DELLA CORRUZIONE, DOVE L’ITALIA STA IN TESTA ALLE CLASSIFICHE

di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI L’Italia, lo dicono tutte le statistiche, è uno dei paesi più corrotti. Anzi in Europa è al penultimo posto con la Grecia e la Bulgaria. Come si estrinseca la corruzione? Potremmo classificarla secondo tre filiere: -Corruzione diretta per vincere una gara. E’ la forma più brutale e diretta. Pago per vincere, anche se sono tecnicamente inferiore ai miei concorrenti! Oppure, astutamente, pago per scrivere “Il capitolato” della gara di appalto del mio potenziale cliente, essendo sicuro che con il capitolato ad “usum delphini” ho la certezza pratica di escludere I miei concorrenti. -Corruzione, a gara vinta, per “rendersi favorevole” l’acquirente. La gara è stata vinta con le carte in regola, ma alcuni influenti funzionari del cliente vogliono (o fanno capire di gradire) una mancia. Diversamente si fanno sentire attraverso ostacoli burocratici, ad esempio in fase collaudo. Oppure fanno chiaramente intendere che non si sarà più interpellati in una successiva gara. Molto frequente su scala mondiale per le grandi commesse. E’…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche PensieroLibero