LEGA SEMPRE PIÙ ITALIANA, È GUERRA DI POLTRONE IN LOMBARDIA

de IL POLENTONE La Lega è un partito come gli altri, anzi… anche peggio. C’è chi lo ha pronosticato da anni, c’è chi ancora ha le sue belle fette di salame sugli occhi e finge che il tempo si sia fermato al 1992. Invece, il partito italiano di Salvini, gonfiatosi di voti pelasgici è fatto, ormai, di gloria e onore al tricolore e unità dalle Alpi a Lampedusa, “perché l’Italia o si salva tutta o non si salva”, ha asserito il suo segretario, su consiglio dello spin-doctor de noantri. E’ talmente italiana la Lega che ormai è lotta fra correnti ovunque, soprattutto in Lombardia, dove la guerra leghista si scatena anche sui parenti dei defunti. Nella Lega Nord Monza e Brianza sono tutti contro il figlio di Cesarino Monti, quello che si candidò contro Salvini anche da malato. Scrivono i giornali: “Andrea Monti deve aver ereditato da suo padre tante cose. Compreso gli avversari “incarogniti” contro di lui. Gli sms galeotti che girano in queste ore tra i candidati legisti, non…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche IlPolentone