di ALBERT ESPLUGAS BOTER* Perché lo stato minimo tende a crescere? Il liberalismo classico propone come modello uno stato minimo, dedicato a proteggere la vita, la libertà e la proprietà dei cittadini da aggressioni di altri individui o di Stati stranieri. Così, lo Stato sarebbe limitato a fornire tre servizi fondamentali: tribunali (legge), polizia (sicurezza)…

I TEORICI DELLO SCIOPERO SONO CATTIVI ECONOMISTI

di BRUNO LEONI Il conto dello sciopero? E’ dimostrato, non torna. Ogni qualvolta le remunerazioni salariali vengono spinte, per effetto di uno sciopero “vittorioso”, oltre i limiti di mercato, il mercato si “vendica”: aumenti di prezzi e riduzione della produzione sono le conseguenze inevitabili. Il tentativo di ridurre il reddito del datore di lavoro marginale…

di HANS HERMANN HOPPE Sotto un regime monarchico, i fautori di una rivoluzione sociale anti-statalista e liberale o libertaria avevano una possibilità che oggi noi abbiamo perso. I liberali-libertari in quegli antichi giorni avrebbero potuto – e, spesso, poterono – convincere il re della bontà dei loro argomenti, iniziando così una rivoluzione dalla cima della…

di ARTURO DOILO Se andate a leggere il dizionario della Treccani, alla parola “Neoliberismo”, troverete queste adefinizione: «Indirizzo di pensiero economico che, in nome delle riconfermate premesse dell’economia classica, denuncia le sostanziali violazioni della concorrenza perpetrate da concentrazioni monopolistiche all’ombra del laissez faire e chiede pertanto misure atte a ripristinare la effettiva libertà di mercato…

di GUGLIELMO PIOMBINI Le guerre dei comunisti ai contadini  La storia ha dimostrato che se c’è un ambito in cui il comunismo si è rivelato assolutamente disumano e fallimentare, è quello dell’agricoltura. Le rivendicazioni dei contadini, anche in epoche rivoluzionarie, sono sempre state di ispirazione liberista, contro lo Stato e a favore della proprietà privata.…

I SERVIZI PUBBLICI NON VANNO PRIVATIZZATI… VANNO ABOLITI

di ARTURO DOILO Quanto costano servizi come i mezzi pubblici, la pulizia delle strade, la gestione dei rifiuti, l’acqua, l’energia? Troppo, soprattutto se sull’altro piatto della bilancia ci mettiamo la qualità di quello che viene offerto. “Siamo tra i paesi in cui è più alto il costo dei servizi ed è proprio attraverso il rincaro…

I “NO GLOBAL” AVEVANO (ED HANNO ANCORA) TORTO!

di GUGLIELMO PIOMBINI I nostalgici del comunismo, dopo aver trascorso tutti gli anni ’90 a leccarsi le ferite per la fine ingloriosa del socialismo reale, all’inizio degli anni 2000 aprirono un nuovo fronte di lotta contro la globalizzazione dell’economia che aveva preso piede in quel decennio. Fu un’alluvione di libri, saggi, articoli, manifestazioni, proteste di…

di GIOVANNI BIRINDELLI The New Yorker, il giornale-simbolo dei radical-chic americani, ha di recente pubblicato un articolo di George Prochnik titolato When It’s Too Late to Stop Fascism, According to Stefan Zweig (“Quando è troppo tardi per fermare il fascismo, secondo Stefan Zweig”). Si tratta dell’ennesima espressione di quella particolare forma di ipocrisia contemporanea che…

di PAOLO L. BERNARDINI E’ il desiderio, forse il sogno di ogni tiranno, da sempre, ma dal 1789 con la benedizione della “democrazia”, quello di tagliar la testa a chi è d’altra opinione, o, di spedirlo in un manicomio e torturarlo per l’eternità con docce gelide ed elettrochoc. Creare l’inferno sulla terra, l’ultimo sogno della…

IL FISCO È SFRUTTAMENTO DEL POPOLO ELEVATO A SISTEMA

di MAX NORDAU L’anarchia, l’assenza di governo è una fisima di cervelli confusi e incapaci a considerare attentamente le cose. Quando due uomini cominciano a convivere stabilmente, si forma subito fra loro un governo, sorgono cioè fra loro certe forme di rapporti e regole di convivenza, certe convenienze e sottintesi. La condizione del genere umano…

di SIMON BLACK Gran parte del mondo è sotto sopra in questo momento per il divieto di ingresso imposto frettolosamente da Donald Trump la settimana scorsa per i cittadini di sete paesi di maggioranza musulmana. Ma c’è stato un altro divieto passato in sordina la settimana scorsa, e questo ha delle implicazioni ben più significative:…

ECCO IL PIANO PER ELIMINARE I RISPARMI E LA LIBERTÀ

di GERARDO COCO Tutte le forme storiche di schiavitù non hanno mai fatto mistero della loro natura coercitiva. La modernità, invece, riesce a mascherarla attraverso la propaganda di provvedimenti repressivi spacciati per misure rassicuranti, di crescita e di progresso. Le élites economiche internazionali hanno capito che si può progettare la schiavitù finanziaria su larga scala…

L’ECOLOGISMO RADICALE: UNA MINACCIA CONTRO L’UOMO

di GUGLIELMO PIOMBINI* Dal comunismo all’ambientalismo L’ecologismo radicale costituisce una minaccia contro l’uomo? Sicuramente sì, ma non si tratta di una minaccia nuova, dato che rappresenta la prosecuzione in forma diversa della lotta ingaggiata nel XX secolo dal socialismo contro l’economia di mercato. Dopo il crollo disastroso dei regimi comunisti tra la fine degli anni…

di DAVID NAMIAS Il progetto sarà una prodezza tecnica, un laboratorio ecologico a grandezza naturale e un manifesto architettonico ispirato al “libertarismo”. Potrebbe essere lanciato nel 2020. L’utopia galleggiante del Seasteading Institute prende forma. L’associazione ha posato la prima base per la costruzione di una città marittima artificiale, ancorata al largo delle coste polinesiane. Un…

di ENZO TRENTIN Non conoscendo l’esistenza di salotti o circoli filosofici che trattano l’indipendenza del Veneto, per la compilazione di questo articolo ci siamo risolti a raccogliere le ironie e i mugugni degli indipendentisti on the road. «Prima il Veneto». Con questo slogan Luca Zaia nel 2010 apriva a Padova la campagna elettorale in qualità…

PARLANO DI FALLIMENTI DEL MERCATO, MA NON LI SANNO DIMOSTRARE

di MATTEO CORSINI “La richiesta di dimostrare un fallimento del mercato non è corretta, perché richiede di dimostrare troppo a chi invoca un intervento”. Noah Smith non fa mistero di essere un sostenitore dei correttivi agli esiti del libero mercato. Al tempo stesso, ritiene che sia ingiusto che i fautori del libero mercato chiedano agli…

UN GIORNO DI MEMORIA… UN SECOLO DI OBLIO

di PAOLO BERNARDINI Personalmente, credo che ogni manifestazione che coinvolga in qualche modo la Storia, che ci ricordi che il nostro futuro, alla lunga, sarà proprio il Passato, sia da guardarsi positivamente. Ho organizzato in passato un convegno sulla “memoria del male”, e quest’anno ho collaborato al catalogo – in preparazione – della mostra sui…

di LEONARDO FACCO Enrico Rossi, Presidente della Regione toscana in quota PD, ha dichiarato: “Siamo ancora lì: vergognosamente oltre i 100 miliardi di evasione fiscale, di cui 40 di sola Iva. Questa volta lo dice il comandante della Guardia di Finanza, Giorgio Toschi. Fossi il presidente del consiglio gli darei tre anni per recuperare almeno…

di LEONARDO FACCO Ogni giorno, leggo dalle Agenzie, o tramite le news che circolano in Internet, notizie del tipo: “Stanziati dal governo tot milioni di euro per le pmi”; oppure “Finanziamento per le start-up avviate da giovani con meno di 25 anni”; oppure ancora “la Regione mette a disposizione un milione di euro per le…

di PAOLO L. BERNARDINI Per decenni vi è stata la saga del “politically correct”. Ultimamente, ad essa si è aggiunta quella, derivata naturalmente dalla prima, dello “historically correct”, su cui recentemente ha ironizzato colui che è forse il maggior storico italiano vivente, Giuseppe Galasso, dalle pagine della prestigiosa “Nuova Rivista Storica” (VEDI QUI). Ciliegina su…

di ARTURO DOILO Le chiamano aziende, ma sono un insulto per chi fa impresa. Sono baracconi pubblici, stipendifici per castaioli ed amici degli amici, oppure enti erogatori di servizi in monopolio a norma di legge. Sono un’oasi felice rispetto alla “Spending Review”, perché dai tagli manco vengono sfiorate. Stiamo parlando delle “Aziende Municipalizzate”, delle specie…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi