di REDAZIONE L’Irpef pesa sempre più su lavoratori e pensionati. In 12 anni, dal 2003 al 2014, l’imposta pagata dalle due categorie è passata dal 75,59 all’80,94% con un incremento di 5,3 punti percentuali. Cala per contro il contributo di autonomi, reddito d’impresa e da partecipazione. E’ quanto emerge dall’aggiornamento del rapporto sulla struttura dell’Irpef…

di MATTEO CORSINI “Ed è corretto che i tassi reali siano bassi, dato che i vantaggi di un costo del capitale minimo sopravanzano gli svantaggi di un basso rendimento per i risparmiatori”. In un articolo di inizio anno in cui non manca l’elogio di un noto economista del passato, Fabrizio Galimberti afferma, tra le altre…

The WEF lin Davos di MATTEO CORSINI “Negli ultimi 25 anni, in molti paesi, le regole dell’economia liberista sono state riscritte col risultato di rafforzare il potere del mercato e far esplodere la crisi della disuguaglianza. Molte corporation sono poi state particolarmente abili – più che in qualsiasi altro campo – nel godere di una…

IMPEDIRE LE SCELTE VUOL DIRE VIETARE LE IDEE

di GIOVANNI BIRINDELLI Davos. Conferenza stampa di Draghi. La domanda più audace di un giornalista è stata la seguente: «Signor Draghi, se l’inflazione dovesse superare l’obiettivo che vi siete prefissati, per quanto tempo le permetterete di stare sopra quei livelli»? Mario Draghi: «La risposta risiede in ciò che definiamo come obiettivo». Draghi ha specificato che…

di MATTEO CORSINI “Non voglio neanche sentire parlare di manovra correttiva. Come ha dimostrato il dibattito dell’autunno scorso sulla validazione delle prospettive di crescita con l’Ufficio di Bilancio, c’è un rapporto matematico tra il livello dell’indebitamento, il deficit, e la crescita dell’economia”. Come era prevedibile, la Commissione europea ha chiesto al governo italiano di correggere…

RATING E AGENZIE DI RATING, PIOVONO LE SOLITE SCIOCCHEZZE

di MATTEO CORSINI “Valutare il debito di un paese che non ha il potere di creare la sua moneta significa lasciare campo alla speculazione”. All’indomani della decisione dell’agenzia di rating DBRS di abbassare il giudizio sul merito di credito della Repubblica italiana, non poteva mancare un’intervista a Jean-Paul Fitoussi, economista francese molto ascoltato (per lo…

LA CRESCITA ECONOMICA DELL’ANNO CHE (NON) VERRÁ

di MATTEO CORSINI E Padoan disse: “La via maestra per abbattere il debito resta la crescita. La Ue ci ricorda che l’Italia ha un debito troppo alto e questo lo sappiamo tutti. Non è diminuito perché purtroppo siamo stati in deflazione nel 2016 e le condizioni di mercato non ci hanno permesso di completare il…

di DON BOUDREAUX Sono giunto alla conclusione che il mondo sarebbe un posto migliore se all’interno dell’economia non fosse mai esistita la sotto-disciplina della “economia internazionale” (o, in alternativa, del “commercio internazionale” e della “finanza internazionale”). Ed anche la professione economica starebbe probabilmente meglio senza una tale sotto-disciplina. Solo gli individui commerciano, separatamente o in…

di ALBERTO LUSIANI  I residui fiscali delle Regioni italiane sono la differenza tra quanto i residenti pagano in tasse e quanto lo Stato spende in servizi nello stesso territorio. Luca Ricolfi ne “Il sacco del Nord” (2010) ha fatto una stima dei residui cercando di distinguere quanta parte dei residui fiscali misurabili si possono attribuire…

di MATTEO CORSINI “I modelli su cui ci basiamo sono fragili e irrazionali, i problemi sono emersi quando il mondo è cambiato radicalmente e quei modelli si sono rivelati inadeguati per valutare comportamenti profondamente irrazionali”. E’ stata ripresa da diversi mezzi di informazione l’ammissione da parte di Andrew Haldane, capo economista della Bank of England,…

di MATTEO CORSINI Quando Pier Carlo Padoan parla di debito pubblico, una buona euristica consiste nel prevedere che le cose andranno all’esatto contrario di quanto affermato dal ministro. Più volte nel corso del 2016, soprattutto in primavera, Padoan ha affermato che il debito avrebbe iniziato un percorso di discesa in rapporto al Pil già nel…

LA SPESA PUBBLICA NON CALA AFFATTO, ANZI…

di MATTEO CORSINI In un articolo pubblicato sul Sole 24Ore in cui elenca le (a suo parere) tante cose ben fatte dal governo Renzi in mille giorni, il vice segretario del PD, Lorenzo Guerini, usa i dati dell’Istat pro domo sua. Infatti scrive, tra le altre cose, che “per assicurare che le tasse possano continuare…

di MATTEO CORSINI A distanza di due anni e mezzo da quanto me ne occupai la prima volta, mi sono imbattuto in un post pubblicato su Trend Online da Marco Cattaneo circa un anno fa, nel quale viene illustrata una delle tante ricette per risolvere in maniera apparentemente indolore il cronico problema dei conti pubblici…

ENERGIA, NON SI CONFONDA LA POLITICA CON IL MERCATO

di MATTEO CORSINI “È più profittevole oggi bruciare carbone o no? L’unico giudice è il mercato e Trump lo sa. Inoltre il trattato di Parigi del dicembre 2015 (Cop21) ha messo in moto una poderosa macchina degli investimenti in tutto il mondo: l’Agenzia internazionale dell’energia (Iea) ha calcolato in 45 trilioni di dollari (45mila miliardi)…

di MATTEO CORSINI “Nella vicenda Mps abbiamo assistito al venir meno della profilatura Mifid: dopo una lunga fase di riflessione, la Consob ha infatti dato il via libera alla conversione in azioni dei bond subordinati. Al di là di tutte le considerazioni del caso e dell’utilità o meno che una decisione del genere possa avere,…

di LUIGI CORTINOVIS Con una breve inchiesta di tre mesi fa, lo avevamo scritto: “Libertà economiche? L’Italia è Terzo mondo!”. Ora, arrivano nuove conferme, soprattutto in materia di tasse sulla proprietà (patrimoniali insomma). “L’Italia è penultima, fra i Paesi Ocse, sia nella classifica sulla competitività del sistema tributario nel suo complesso sia nella speciale graduatoria…

di RIVO CORTONESI Uno studio condotto su di un campione di più di 23’000 persone in 20 paesi dimostra che solo una piccola percentuale della popolazione sa che le banche private/commerciali creano denaro digitale dai nostri conti. Dal grafico allegato si vede come alla domanda: “Chi pensi che crei più del 95% della moneta in…

di GIOVANNI BIRINDELLI Negli ultimi otto anni il potere d’acquisto di Bitcoin in Euro è passato da pochi centesimi di Euro a 1000 Euro circa. Qualcuno vede in questo relativamente impressionante aumento di prezzo una “bolla” che è destinata a “scoppiare”. Ora, col termine “bolla” si possono intendere due cose molto diverse e anzi opposte…

di MATTEO CORSINI Domenico De Masi, docente di Sociologia del lavoro alla Sapienza di Roma, sta per pubblicare un libro dal titolo provocatorio: “Lavorare gratis, lavorare tutti”. A suo dire “il sistema attuale non è sostenibile. La nuova ondata della robotica distruggerà il triplo del lavoro che hanno distrutto le precedenti ondate di innovazione”. De…

2017, VERSO IL GAME OVER PER L’ITALIA… E NON SOLO

di GERARDO COCO Il nuovo anno è iniziato con il rialzo nella borsa italiana dei titoli bancari, tutti trascinati dall’euforia per l’esordio del Banco Bpm, diventato terzo gruppo italiano, nato dalla fusione del Banco Popolare e Banca Popolare di Milano e da quella per il salvataggio in atto del Monte dei Paschi di Siena. Non…

di LA LEGGE PER TUTTI Quando il creditore è il Fisco, il pignoramento del conto corrente avviene in modo automatico, senza cioè bisogno di un procedimento in tribunale, davanti al giudice. Tutto ciò che deve fare l’Agente per la riscossione (Equitalia o altro, successivo alla sua chiusura) è notificare la cartella di pagamento al contribuente,…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi