BASILICATA, QUELLA “REPUBBLICA INDIPENDENTE” FONDATA DA UN CONTADINO

di REDAZIONE* Negli anni Cinquanta San Marino non era la sola repubblica indipendente, all’interno della Penisola Italiana. Ce n’era un’altra, tanto piccola da guiness dei primati. Con un territorio di quattromila metri quadrati, e una popolazione di venticinque anime. Ma senza una costituzione e un ordinamento giuridico scritto. Un uomo accentrava tutti i poteri. Un uomo dall’aspetto ieratico per quella lunga barba bianca che gli scende fino allo sterno: Michele Mulieri. La ” Repubblica dei Piani Sottani “-come fu denominata nel fervido decennio dopo la seconda guerra mondiale, quando l’Italia rotta dal conflitto si rattoppava e si ricostruiva – è al chilometro 16-300 della rotabile che conduce dalla statale Basentana a Grassano e Tricarico. Al bivio di Calle si intersecano cinque strade: i Piani sono lì, tra i calanchi argillosi, tipici del Materano:un distributore di benzina, un deposito di carburanti, un bar, una trattoria (“Ristorante dell’Anno Santo”), una tabaccheria, e il posto telefonico pubblico. Nella terra dei cosidetti”vinti” e della “pazienza contadina” Michele Mulieri è una…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Rubriche SceltiPerVoi