CONOSCERE LA STORIA DELLA MONETA PER COMPRENDERE L’ORDINE SPONTANEO

di LUIS PABLO DE LA HORRA La moneta è stata presente per gran parte della storia dell’umanità. Dalla Mesopotamia (o anche prima), tutte le civiltà hanno impiegato un qualche tipo di medium per i propri scambi per facilitare le transazioni a prescindere dalla locazione geografica, dall’assetto legale, dai sistemi economici, dalle convinzioni religiose o dalle strutture politiche. Vi siete mai domandati perché? In un breve saggio intitolato “Sull’orgine della moneta” l’economista austriaco del diciannovesimo secolo Carl Menger fornisce una risposta. Menger argomenta che la moneta è emersa spontaneamente in tempi e luoghi differenti per superare gli svantaggi comportati dal baratto e facilitare l’espansione del commercio. Quali svantaggi? Immaginate Sandy, una contadina nel Midwest, che produce farina, e vorrebbe scambiarla con dell’orzo. Due problemi sorgono a questo punto. Innanzitutto, lei ha bisogno di trovare un produttore di orzo con cui scambiare i suoi prodotti. Questo problema può essere facilmente superato se Sandy si reca in un mercato dove un altro contadino (chiamiamolo Billy) vende orzo. Siccome…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Denari