INCHIESTA COVID-19: UN CRIMINE CONTRO L’UMANITÀ NEGARE LE CURE DOMICILIARI

di LEONARDO FACCO A medici come Luigi Cavanna, Riccardo Szumski, Silvana De Mari, Mariano Amici, Fabio Milani, Roberto Santi, Riccardo Munda, Maria Grazia Dondini, Andrea Stramezzi (e ne cito solo alcuni di quelli che ho avuto il piacere di conoscere e/o intervistare, ai quali vanno aggiunti tutti gli altri professionisti del gruppo “TerapiedomiciliariCovid19”) andrebbe dedicato un monumento, con sotto scritto: “Onore e gloria a questi professionisti, che in scienza e coscienza hanno sempre curato i loro pazienti, evitando finissero nelle terapie intensive e la morte li cogliesse”. Invece, ancora oggi, quel criminale politico di nome Roberto Speranza, una sottospecie di Josef Mengele senza nemmeno la laurea in Medicina, con la complicità del Comitato Tecnico Scientifico di cui dispone, non ha mai approvato un protocollo di cure domiciliari che – sin da Febbraio 2020 – ha garantito la guarigione a migliaia e migliaia di infetti da Sars-Cov-2, il virus cinese che fortunatamente ha un tasso di mortalità bassissima (in Italia, paese catastrofico, è dello 0,14%). Basti … Leggi tutto INCHIESTA COVID-19: UN CRIMINE CONTRO L’UMANITÀ NEGARE LE CURE DOMICILIARI