NEL PAESE DELLA RASSEGNAZIONE I TASSATORI HANNO VINTO

DI LEONARDO FACCO La legittimazione del prelievo fiscale nello Stato moderno è lo strumento perfezionato, ma democratico perbacco(!), del totalitarismo. La similitudine tra i rapinatori e gli esattori fiscali (legislatori compresi) è palese, lapalissiana, basti pensare alla famosa “spaccata” messa in atto da Giuliano Amato nel 1992, allorquando entrò contemporaneamente in tutte le banche italiane, ed in tutti i conti correnti, per derubare chiunque del 6 per mille dei risparmi accumulati. Non credo che la storia abbia mai conosciuto un delinquente con tali capacità, che ha segnato la via all’attuale casta, sempre impegnata a trovare continuamente meccanismi di esproprio. Guliano Amato è un idolo per i parassiti, è il mito dei politici che non mollano l’osso. Quelli come lui, della disapprovazione generale di cui sono attenzionati se ne fregano. Padoan, intenzionato ad aumentare ancora una volta l’IVA è solo l’ultimo degli esempi. Anche un liberale tiepido dovrebbe cominciare a pensare a qualche seria forma di resistenza e disobbedienza fiscale nei confronti di questa casta di canaglie romano-centriche, che ha…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche PensieroLibero