di REDAZIONE In ambienti diplomatici si ricorda come la cancelliera abbia portato con sè il cellulare: e l’ultima telefonata a Vladimir Putin l’ha fatta, in effetti, proprio da Ischia, due sere fa. Ma la donna di ferro che in genere non sbaglia una mossa stavolta è finita nel mirino della Bild per le ferie di…

Ucraina, il governo di Kiev attacca i filorussi

di REDAZIONE Solo qualche giorno fa, Donetsk ha dichiarato unilateralmente la propria indipendenza. Oggi, si legge di morti e feriti da entrambe le parti, è questo il risultato dell’offensiva “antiterrorismo” delle forze di sicurezza ucraine contro i manifestanti filo-russi che avevano occupato edifici governativi e una stazione di polizia nella citta di Slaviansk, nella parte…

di GIORGIO CALABRESI Quando gli organismi internazionali interferiscono nelle scelte dei popoli e degli stati… Una svolta in chiave federalista in Ucraina sarebbe «controproducente» perchè «ci sono interferenze esterne» e quindi per venire incontro alle richieste di maggiore autonomia provenienti dalle regioni orientali «è meglio parlare di decentramento». Lo ha sostenuto il segretario generale dell’Osce…

di REDAZIONE Dopo la dichiarazione d’indipendenza di ieri, nno dei capi degli insorti filorussi di Donetsk (nell’est ucraino), Vadim Chernikov, ha annunciato oggi la formazione di un “governo provvisorio della Repubblica del Donbass”, la regione in cui si trova la città. “Noi abbiamo formato un governo provvisorio a Donetsk”, ha dichiarato Cherniakov, ricordando l’intenzione dei…

di REDAZIONE La proclamazione d’indipendenza di Donetsk e’ stata accolta dalle urla di un centinaio di uomini rinchiusi nel palazzo dell’amministrazione, che hanno invocato “l’aiuto” del presidente russo Vladimir Putin. Secondo i media locali, gli attivisti filo-Mosca si sono pronunciati a favore dell’annessione alla Federazione russa. Un referendum, sul modello di quello tenutosi in Crimea,…

di GIORGIO CALABRESI Si allenta la tensione intorno all’Ucraina. Mosca comincia a ritirare le truppe dal confine con l’Ucraina, alla vigilia delle esercitazioni aeree Nato nei Paesi baltici in concomitanza con la riunione dei ministri degli esteri dell’Alleanza. E non boccia più a priori la legittimità delle presidenziali convocate per il 25 maggio. Ma non…

di GIORGIO CALABRESI La mappa degli euroscettici  tocca quasi tutti i 28 Stati Ue. Senza contare l’Italia, sono pochi i Paesi che non manderanno a Strasburgo degli eletti pronti a dichiarare guerra all’Unione. Austria. Gli ultimi sondaggi danno un testa a testa tra l’Fpo di Strache (partito che fu di Haider) e i socialdemocratici. L’Fpo…

di REDAZIONE Recep Tayyip Erdogan e’ riuscito nell’impresa giudicata impossibile da tutti gli analisti di sovvertire le previsioni e vincere nettamente le elezioni municipali turche. Voto – funestato da 8 morti – vissuto dalla Turchia come un referendum sul suo premier e le sue chance di proseguire la sua carriera politica, in vista delle presidenziali…

di LUIGI POSSENTI Dopo la caduta di Yanukovic per via delle rivolte di “Piazza Maida”, in Ucraina è iniziata la decomposizione del vecchio Stato nazione. Ha iniziato la Crimea, che in pochissimo tempo ha pronunciato una dichiarazione unilaterale d’indipendenza, seguita da un referendum (il 16 marzo scorso, vinto dai favorevoli alla secessione con oltre il…

di ALTRE FONTI La guerriglia urbana che da settimane infiamma un Venzuela prostrato dalla crisi economica oggi conta una nuova vittima, la numero 33, come i suoi anni. A morire, a Maracaibo, è Roberto Annese, italo-venezuelano. La stampa locale: gli hanno sparato al petto  E’ stato ucciso dalle forze dell’ordine con un colpo di arma…

di REDAZIONE L’indipendentismo è un fiume che scorre ovunque nel mondo. Mentre in Bosnia, la campagna elettorale per le prossime elezioni d’autunno è in corso, sul fronte dell’altra entità che compone la Bosnia-Erzegovina, nella Repubblica Srpska – come ha scritto Gabriella Tesoro su  http://it.ibtimes.com) –  “abitata in maggioranza da serbi, si stanno creando nuovi tumulti.…

di GIORGIO CALABRESI E’ durato poco il vento del nuovo corso politico in Ucraina. La coalizione delle forze salite al potere sull’onda della rivolta di Maidan sembra già sul punto di sgretolarsi. Un mese dopo la caduta  del presidente Viktor Ianukovich, i principali partiti della nuova maggioranza si accapigliano e si scambiano accuse, a volte…

di REDAZIONE  L’euro «è una moneta senza Stato: di questa mancanza risente». Lo ha detto Ignazio Visco, Governatore di Banca d’Italia, in una Lectio Magistralis al Collegio Borromeo di Pavia, spiegando come «le divergenze, le diffidenze a volte, che ancora caratterizzano i rapporti tra i Paesi membri indeboliscono l’Unione economica e monetaria agli occhi della…

di REDAZIONE Le proteste antigovernative che si susseguono in Venezuela dall’inizio dello scorso febbraio hanno causato la morte di 34 persone e il ferimento di 461. È il bilancio fornito dalla procuratrice generale del paese sudamericano, Luisa Ortega Diaz. Ortega ha precisato che 25 dei 31 morti e 318 feriti erano civili, mentre 6 morti…

di REDAZIONE A Caracas le forze di sicurezza venezuelane hanno preso il controllo di piazza Altamira nel quartiere di Chacao e delle zone circostanti, centro delle proteste antigovernative dell’ultimo mese. Gruppi di soldati della Guardia nazionale hanno pattugliato la piazza e le strade principali nei dintorni, mentre decine di operatori vestiti di verde hanno spazzato…

di REDAZIONE Durante le proteste di questa settimana le università sono state il bersaglio dell’attacco. E ‘diventato chiaro da lunedi, quando l’Università Santa Maria in Anzoategui, è stata oggetto di un attacco brutale da parte della polizia e agenti paramilitari. Hanno attaccato studenti e insegnanti, anche in classe. A Caracas, la fine della settimana, le…

di FRANCO POSSENTI Se il risultato del referendum di domenica prossima confermera’ la secessione della Crimea dall’Ucraina, ci vorra’ al massimo un anno di tempo per completare il processo di annessione alla Russia. E’ quanto prevede l’autoproclamato premier della repubblica autonoma, il filo-russo Sergiy Aksyonov. Aksyonov ha lanciato un appello alle regioni ucraine orientali, esortandole…

di LEONARDO FACCO La giornata di mobilitazione pacifica nazionale (che pacifica non poteva essere, come dimostrato dalle cronache degli ultimi 30 giorni) organizzata da studenti ed opposizione venezuelana a Caracas, ieri, si è conclusa con duri scontri tra polizia e manifestanti. Nel resto del Paese 3 persone sono rimaste uccise a colpi d’arma da fuoco…

di MATTEO CORSINI “L’Europa non è il problema ma una delle soluzioni. Abbiamo bisogno di un’Europa più forte, più solidale, più prospera e più giusta”. Michael Roth e Thierry Repentin – che hanno pronunciato queste parole – sono ministri degli affari europei di Germania e Francia. Nel loro caso, come in tanti altri, le dichiarazioni…

di REDAZIONE «A novembre qui a Milano, con la presenza dei rappresentanti di tutti i Paesi coinvolti, verrà firmato il documento che istituirà la nascita della macroregione alpina». Lo ha spiegato il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, a una tavola rotonda organizzata a Milano dal Club Ambrosetti. Di fatto, la macroregione alpina che è già…

di FRANCO CAGLIANI Maduro alza il livello della repressione e l’esercito, a San Cristobal (Estado Tàchira), dove è stato ucciso Daniel Tinoco, si unisce alle forze di polizia nel reprimere la protesta. I movimenti studenteschi e gli attivisti dell’opposizione al presidente Nicolas Maduro hanno lanciato ieri un appello per una nuova mobilitazione a Caracas, per…

error: Content is protected !!