di LEONARDO FACCO Ho letto su Wall Street Italia che “anche il Fondo Monetario Internazionale ha dato il benestare per un prelievo forzoso dai conti correnti dei cittadini per i Paesi dell’area Euro in difficoltà e con la necessità di ripianare parte del debito pubblico. In pratica i tagli sul debito verrebbero pagati dai cittadini,…

VENETO INDIPENDENTE, NON TUTTI VOGLIONO UNA LISTA UNICA

di LUIGINO MARAN Come va l’operazione lista unica per il Veneto, in vista delle elezioni regionali del 2015? Per certi versi, gli appelli – soprattutto del Gruppo Chiavegato – appaiono senz’altro accorati ed intrisi di buone intenzioni. Per altri, invece, aldilà di talune strette di mano e di talaltre riunioni a Castel Brando la concentrazione…

del DIRETTORE La somma è questa: 36.225 euro. Sapete di che si tratta? Del debito pubblico pro-capite che grava sulle spalle di ciascun cittadino di questo disgraziato Paese, bambini, infermi e disabili compresi. Il calcolo è statistico, non è pilotato, perché a maggio il debito pubblico italiano ha toccato il record assoluto  di 2.166,3 miliardi,…

BARBARI SOGNANTI, UN INCUBO PER IL VENETO

di ALBERTO VENEZIANO L’ultima invasione barbarica subita dal Veneto è durata 20 anni, ben più delle incursioni degli Alemanni o degli Unni di Attila. Barbari sempre alla ricerca della semplificazione: Roma ladrona da una parte e i buoni della Padania dall’altra, con queste bojate si è riusciti ad imporre al Veneto, dove lo spirito leghista…

di LEONARDO FACCO Sono 7 anni che i parassiti che si sono alternati al governo ripetono la stessa solfa: “Va tutto bene madama la maestra! Anzi, sta per iniziare la ripresa”. E da 7 anni, anziché alla ripresa abbiamo assistito alla presa… per i fondelli. Oppure, ancor di più, alla presa (rapina) dei nostri portafogli.…

di GIANLUCA MARCHI Alcune considerazioni e informazioni pratiche a dieci giorni dalla nascita del MiglioVerde. Cominciamo col dire che la nostra sfida era ed è difficile: inaugurare un giornale online a pagamento (anche se parziale) senza avere alle spalle un colosso dell’informazione cartacea o televisiva, anzi avendo alle spalle proprio nessuno, è qualcosa non facile…

di GIANLUCA MARCHI Che la Lega salviniana sia un po’ schizofrenica lo si è capito da qualche tempo, direi dalla campagna elettorale per le Europee quando la politica che avevo definito  a “zig zag” in una intervista allora richiestami da un quotidiano nazionale, ha finito per pagare in termini di voti e di ampio superamento…

di ROMANO BRACALINI Nel 1866 per istruire la pratica di un mandato di pagamento occorrevano 1 ora e 20 minuti, con un costo per lo Stato di una lira e 12 centesimi. In un secolo e mezzo i tempi si sono dilatati e i costi aumentati in conformità. E’ cambiata in peggio solo la qualità…

di GIANLUCA MARCHI  “Se non trovano lavoro i giovani, l’Italia è finita”.  Ohibò, quale indomito indipendentista avrà pronunciato questa frase quasi spericolata? Non c’è da crederlo, ma tali parole sono nientemeno che di “Napo l’orso capo”. A parte gli scherzi, sono uscite dalla bocca del presidente della scassatissima Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, ieri in visita…

di GIANLUCA MARCHI Da qualche mese mi sto interrogando intorno a un dilemma: ma molti degli elettori che nel febbraio 2013 hanno contribuito ad elevare Roberto Maroni al soglio di governatore della Regione Lombardia si stanno per caso chiedendo dove siano finiti il progetto di Macroregione e la volontà di tenere sul territorio lombardo fino…

di GILBERTO ONETO Ci sono tre buoni ordini di ragioni per essere soddisfatti dell’esclusione della nazionale italiana dai campionati di calcio del Brasile: tecnico-sportive, morali e politiche. Si tratta di una comitiva di brocchi, buona per un torneo di parrocchia o per un incontro scapoli-ammogliati: è perciò giusto che sia stata eliminata da un evento…

ECCO PERCHE’ E COME NASCE MIGLIOVERDE

di GIANLUCA MARCHI Rieccoci qui, cari amici indipendentisti, autonomisti, federalisti e comunque amanti di un “territorio libero” da condizionamenti  di qualsiasi sorta che non sia il nostro “libero pensiero”. Dopo l’esperienza per certi versi entusiasmante de l‘Indipendenza, che abbiamo lasciato per non dover scendere a patti con alcuna influenza politico/partitica, abbiamo ritenuto che fosse il…

di ENZO TRENTIN Le idee che non diventano martirio non valgono nulla. Siamo figli di una oppressione, come i nativi americani dei conquistadores? Certamente! Eppure noi veneti non vogliamo morire complici. Non c’è altro modo di essere liberi che quello di rimanere in piedi, perché star seduti trasmette un inconscio messaggio di comodità, riduzione della…

di GIANLUCA MARCHI Il 24 giugno scorso il Bollettino ufficiale della Regione Veneto ha pubblicato il testo della legge 342, approvata alcuni giorni prima dal Consiglio regionale con voto a maggioranza. Per chi ancora non lo sapesse quella legge prevede l’indizione del referendum consultivo per l’indipendenza del Veneto. Da quella data – il 24 giugno…

di COSTANTINO de BLASI Il primo a vedere la luce in fondo al tunnel fu il professor Monti, era il marzo 2012. Poi la rivide poco meno di un anno dopo, gennaio 2013, annunciando con gaudio che non solo che l’Italia stava per uscire dalle tenebre ma che addirittura ci sarebbe stato spazio per la…

di ROMANO BRACALINI Carlo Cattaneo non appartiene all’oleografia risorgimentale e non entra nella galleria dei “padri e dei padrini della patria”. A differenza di Garibaldi e Mazzini, che pure in contrasto con i moderati monarchici contribuirono alla formazione dello stato unitario, egli rifiutò ogni ruolo quando capì che nessuna delle sue idee poteva essere accolta.…

di GILBERTO ONETO Sono passate alcune settimane da quando un terzetto di nevrili indipendentisti ha deciso di uccidere L’Indipendenza.com e da allora sono successe molte cose interessanti sulle quali si dovrà riannodare il filo di un ragionamento coerente con le nostre idee. Il primo e più importante di questi avvenimenti è sicuramente il risultato delle…

SIAMO QUI PER VEDER MORIRE QUESTO STATO LADRO

di LEONARDO FACCO Gianluca Marchi ha spiegato i perché di “MiglioVerde”. Quasi tutti tranne uno. Il “Miglio Verde” – come molti di voi sanno – è anche un noto romanzo di Stephen King, assurto ancor più alla celebrità grazie all’adattamento cinematografico di Frank Darabont, che scelse Tom Hanks come attore protagonista del film. Aldilà della…

di LEONARDO FACCO L’Italia – anzi da oggi l’I-tagliola, che suona meglio – è decisamente un paese troppo liberale! Un individuo gode, fiscalmente parlando, di un agio senza eguali: “Spesometro”, “Serpico”, “Studi di settore”, “limitazione del contante”, “Durc”, “registri fornitori-clienti”, “invito alla delazione” sono null’altro che dei palliativi che si oppongono al trasgressore. Col “redditometro”,…

LEGHISMO: L’ULTIMO RIFUGIO DEI CENTRALISTI

di LEONARDO FACCO A chi come il sottoscritto fa parte della categoria degli apoti (quelli che non se le bevono tutte), non risulta difficile comprendere che vent’anni di Lega Nord sono serviti essenzialmente a poche cose: 1- A stabilizzare e rinforzare l’unità d’Italia; 2- A immettere nel circuito parlamentare, e politico in generale, una sequela…

error: Content is protected !!