di GERARDO COCO Per avere un’idea immediata della tendenza dell’economia mondiale basta dare un’occhiata al Baltic Dry Index (Bdi), l’indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle navi cargo che trasportano materiali non liquidi (dry) utilizzati per la produzione di beni intermedi e finiti importanti (acciaio, cemento, alimentari ecc). Ritenuto anche come…

di FRANCESCO TEDESCHI Chiunque si sia laureato, anche con laurea triennale, ha la facoltà di far conteggiare gli anni di studio come anni di lavoro, in modo che contribuiscano alla formazione dei contributi pensionistici. Ovviamente questa facoltà non è gratuita, anzi costa parecchio cara. Il Governo in carica ha deciso di stabilire una cifra fissa…

ITALIA GIALLOVERDE, UNA LEHMAN BROTHERS AL CUBO

di GERARDO COCO Molti paesi nel mondo si trovano in situazioni critiche per enormi debiti o per situazioni di stallo o di conflitto politico, ma ciò che rende il nostro paese diverso è che non è indipendente ma si trova all’interno di un’unione monetaria e se subisse un tracollo, come terza economia, manderebbe all’aria tutti…

IL GOVERNO NON SOLO NON DEVE PRENDERE, MA NON DEVE DARE

di MATTEO CORSINI Nel giorno in cui Luigi Di Maio ha “varato” il reddito di cittadinanza, presentando la tessera numero uno come fosse un nuovo modello di supercar, le dichiarazioni a vanvera dei componenti del governo si sono sprecate (uno potrebbe obiettare: gli altri giorni no? E in effetti sarebbe una obiezione ragionevole). Per esempio,…

TRIA: IL DEBITO PUBBLICO È UN BUON AFFARE

di MATTEO CORSINI In tour negli Stati Uniti, cercando di rassicurare gli investitori, il ministro dell’Economia Giovanni Tria ha detto, tra le altre cose, che “il debito pubblico italiano è un buon affare. Offre dei buoni rendimenti”. Come non ricordare l’inizio del 2016, allorquando l’allora presidente del Consigio Matteo Renzi andava sostenendo che MPS era…

IL GOVERNO DEI NUMERI, ANZI CHE DÀ I NUMERI

di MATTEO CORSINI L’Istat ha pubblicato la prima stima sul Pil del quarto trimestre 2018, che è diminuito dello 0.2% rispetto al trimestre precedente. Essendo il secondo trimestre consecutivo con il segno meno, convenzionalmente l’Italia è in recessione. Secondo governo e maggioranza, è colpa del rallentamento a livello internazionale e anche del governo precedente, tacciato…

di MATTEO CORSINI Secondo l’economista keynesiano Giulio Sapelli, l’allarme lanciato dal FMI sull’Italia sarebbe fuori luogo. “L’allarme non arriva tanto dall’Italia, ma dal fatto che la deflazione europea continua”. Non so quale significato Sapelli attribuisca al termine deflazione, ma i numeri parrebbero non supportare la sua affermazione. Se identifica la deflazione con la diminuzione degli…

di GERARDO COCO Con la fine del 2018 si è concluso il cosiddetto quantitative easing (Qe) varato dalla la banca centrale europea nel 2015 e consistito in un’espansione monetaria basata sull’acquisto di 2.6 trilioni di euro di titoli dei governi sovrani e sulla riduzione dei tassi di interesse. L’operazione aveva lo scopo di contrastare le…

LA GLOBALIZZAZIONE (ECONOMICA) È UNA COSA MERAVIGLIOSA

di PIETRO AGRIESTI Viviamo in un mondo dove tutte le risorse sono scarse e scegliere di impiegarle in un certo modo significa rinunciare ad impiegarle in un altro. Per superare almeno in parte questa condizione di scarsità, che non è solo scarsità di risorse naturali, ma anche di tempo, talenti e conoscenze, gli uomini collaborano…

LA MINISTRA PER IL SUD E LE FROTTOLE SENZA PUDORE

di MATTEO CORSINI Già qualche giorno fa ho commentato le lagnanze dei meridionali(sti) in servizio permanente a fronte della prospettata maggiore autonomia per alcune regioni del Centro-Nord, su tutte Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. La faccenda, se si rimuove la patina di frasi di circostanza che tentano di non urtare troppo la sensibilità dei politicamente…

di MANUEL POLAVIEJA Numerosi economisti e professionisti del mercato finanziario mettono in discussione il valore di Bitcoin, ritengono che non abbia alcun valore intrinseco o utilità. In altre parole, il proprietario di Bitcoin non riceve alcun ritorno come dividendi o interessi per il solo fatto di possederlo e, a differenza dell’oro o dell’argento, Bitcoin non…

di MATTEO CORSINI Commentando il reddito di cittadinanza, Donato Masciandaro si chiede: “Il reddito di cittadinanza distribuito con una carta prepagata è un elicottero monetario? Se la risposta fosse positiva, sarebbe uno strumento da maneggiare con molta cura: perché di moneta dall’elicottero si parla esattamente da quarant’anni, ma non è mai divenuta – finora –…

di REDAZIONE Mentre l’indice della produzione industriale sprofonda, il vice-premier di Maio afferma: “Prevedo un nuovo boom tipo anni Sessanta”. Ovviamente, chi ha un pizzico di buon senso sa che le competenze e la conoscenza economica del parlamentare a 5 stelle sono a livello di quelle di uno studente al primo anno di Ragioneria. Così,…

CARIGE E DI MAIO, IL BANCHIERE DI STATO

di MATTEO CORSINI A proposito delle travagliate vicende di Carige, non sto a soffermarmi sul fatto che, dopo aver pesantemente criticato i governi precedenti, i signori del “cambiamento” hanno emanato un decreto che ricalca quello di fine 2016 destinato a MPS, Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Né mi soffermerò sul fatto che se nessun…

di MATTEO CORSINI Come è noto, alcune regioni del Centro e del Nord (prime tra tutte Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna) hanno richiesto allo Stato, anche dopo consultazione referendaria, un ampliamento dell’autonomia, seguendo quanto prevede l’articolo 116 della Costituzione. In estrema sintesi, l’obiettivo è trattenere sul territorio più risorse derivanti dalle tasche dei cittadini di quelle…

di MATTEO CORSINI Dovrebbe ormai essere chiaro a tutti (purtroppo pare di no) che le promesse elettorali non siano credibili. Altrettanto chiaro per me è che nella classifica della non credibilità la riduzione di imposte vinca (sciaguratamente) per distacco rispetto agli incrementi di spesa. Anche questa ultima manovra di bilancio conferma tutto ciò. Il signor…

Gli scricchiolii della borsa americana, le previsioni di una crisi prossima ventura di più di un operatore di mercato, fanno tornare di estrema attualità le parole del dottore (Redazione).  di RON PAUL* Siamo a un punto di svolta in America. Nonostante il mercato azionario raggiunga livelli record nel 2015 e nonostante il calo nei numeri…

DI SATOSHI NAKAMOTO A go łaorà sora a un novo sistema de moneda ełetrònega che el ze conpletamente da pari-a-pari (P2P), sensa bizonjo de terse parte afidàbiłe. (Ła carta inisiałe A te połi catarla a l’indariso http://www.bitcoin.org/bitcoin.pdf) Łe prinsipałe caratarìsteghe: • Ła speza dopia (doparar i stesi schei do volte in do diverse tranzasion eletròneghe)…

di ALEX GLADSTEIN Nella città di confine di Cúcuta, i rifugiati venezuelani si riversano in Colombia, alla ricerca di cibo per sfamare le loro famiglie. Anni di alta inflazione, che secondo le proiezioni è superiore al milione per cento, hanno trasformato i bolivares in carta da macero. Più di 3 milioni di venezuelani sono fuggiti…

di FRANCO CAGLIANI Secondo l’Ocse, l’Italia sarebbe solo al sesto posto per pressione fiscale. Stando ai loro dato e alle loro statistiche, i numeri ci dicono infatti che il peso del fisco in Italia è pari al 42,4% del Pil nel 2017. Numeri che a noi paiono sterili e scevri di alcune tra le imposte…

di MATTEO CORSINI In Italia c’è una folta schiera di persone che ritengono che la via d’uscita dalla palude in cui si trova l’economia da almeno due decenni consista nel fare più deficit e pazienza se il debito pubblico, già enorme tanto in valore assoluto quanto in rapporto al Pil, dovesse aumentare ancora: il rimedio…

error: Content is protected !!