di GIORGIO CALABRESI «L’euro è un capro espiatorio per gli errori dei politici»: non è stato l’euro che ha prevenuto una ristrutturazione del debito e delle banche e non è stato l’euro che ha spinto una politica di austerity. Lo afferma il Financial Times, in un’editoriale di Martin Sandbu, sottolineando che «in tutti i casi…

di MARIETTO CERNEAZ Massì, tanto si paga solo il 70% di tasse su quello che si guadagna e l’immobile non è tassato abbastanza forse. Ormai, lo dicono tutti, la Tasi sarà una stangatona. “La Tasi, tassa sui servizi indivisibili, si appresta a far sentire i suoi effetti sulle tasche delle famiglie italiane e sulle aziende,…

DI MAURO GARGAGLIONE La UE fece una legge che imponeva il pagamento dei fornitori a 60 giorni e impose agli stati membri di recepirla. L’Italia lo ha fatto aggiungendo la postilla “salvo accordi tra le parti”. Ciò vuol dire che se non accetti il pagamento a 120 giorni d.f., f.m., s.c.v. (se c’ho voglia) io…

di REDAZIONE La Banca Centrale Europea non dovrebbe seguire l’esempio della Federal Reserve con un programma di acquisto di titoli di stato (quantitative easing) per rilanciare la crescita nell’Eurozona perchè i problemi della regione sono diversi da quelli degli Stati Uniti ed affondano le proprie radici «nelle malattie croniche di Italia e Francia e del…

ESTATE SENZA SOLE, MA CON UNA VALANGATA DI TASSE

di REDAZIONE Nooo, Renzi non aumenta le tasse dicono i pappagalli di regime. Però, alla fine dell’estate, la stangata d’agosto che quest’anno sfiorerà i 30 miliardi di euro per aziende e ‘partite Iva’ in genere. Imprese e lavoratori autonomi dovranno versare all’Erario entro la fine di agosto oltre 29 miliardi di euro di imposte, al…

OLTRE UN CERTO LIMITE, LE TASSE E’ MEGLIO NON PAGARLE

di MARIETTO CERNEAZ Un branco di ignoranti governa l’Italia. E Renzi non contribuisce di certo a smentire il teorema. L’altro ieri, era possibile leggere che “le imposte dirette, tra gennaio-giugno, registrano un gettito complessivamente pari a 105.291 milioni di euro e una diminuzione del 4,7% (-5.191 milioni di euro), rispetto ai primi 6 mesi del…

di REDAZIONE Olé! Nuovo record del debito pubblico a giugno. Il dato calcolato dalla Banca d’Italia e’ aumentato di 2,1 miliardi, a quota 2.168,4. L’incremento di 13 miliardi delle disponibilita’ liquide del Tesoro (pari a fine giugno a 105,3 miliardi; 76,3 a giugno 2013), spiega via Nazionale, ha piu’ che compensato l’avanzo di 10,3 miliardi…

di MARIETTO CERNEAZ Ricordo i tempi in cui un tale Giuseppe Turani sosteneva che i mali economici dell’Italia erano dovuti al “nanismo aziendale”. Secondo quel signore le piccole e medie aziende erano solo un segnale di arretratezza. Come gran parte dei “giornalisti economici” nostrani non ci ha capito una pippa e c’è voluta la crisi,…

di REDAZIONE Conto alla rovescia per le stime del Pil nel secondo trimestre del 2014. Domani, mercoledì, alle 11, l’Istat diffonderà la stima preliminare del prodotto interno lordo italiano nel periodo tra aprile e giugno, un dato che potrebbe confermare non solo lo spettro dello stagnazione per il nostro paese, ma aprire anche all’eventualità che…

di ARTURO DOILO Per onorare gli impegni col fisco, gli imprenditori continuano a bussare allo sportello: cinque aziende su otto chiedono prestiti in banca per pagare le tasse. Secondo un sondaggio del Centro studi di Unimpresa, condotto fra le 122.000 imprese associate sulla base dei dati raccolti al 30 giugno 2014, oltre il 62% delle…

di MARIETTO CERNEAZ Dicono le agenzie: “Italia divisa in due”. Sai che novità? Già, l’Italia continua a essere spaccata in due: nel 2014 il Pil italiano dovrebbe crescere dello 0,6%, quale risultato del +1,1% del Centro-Nord e del -0,8% del Sud. Secondo stime Svimez contenute nel Rapporto di previsione territoriale, si registra dunque nell’anno in…

di MARIETTO CERNEAZ Ieri, l’Istat la sparava un po’ grossa, affermando che le imprese italiane sono più fiduciose del solito per il loro futuro. Qualche associazione di consumatori ha definito il sondaggio di Stato una barzelletta, non senza ragioni. Oggi, le agenzie rilanciano questa notizia: “Il 64,6% delle imprese teme una nuova impennata di dissesti…

di REDAZIONE Pil in calo di 47,7 miliardi di euro; quasi 32mila imprese in meno; oltre 600mila posti di lavoro perduti; 114mila persone in cassa integrazione; quasi 2 giovani meridionali su 3 disoccupati: questa la fotografia della crisi dal 2007 ad oggi secondo il Check Up Mezzogiorno elaborato da Confindustria e Srm sullo stato di…

di MATTEO CORSINI “Nessuno può raccontarci che si sono fatti interventi in Paesi importanti del nostro continente, a partire dalla Grecia, semplicemente perché ci stavano a cuore i cittadini di quell’area. Si sono fatti anche perché c’era da salvare alcuni istituti di credito di importanti Paesi europei che erano profondamente indebitati in quei Paesi. Non…

di REDAZIONE “Non posso che confermare che il quadro macroeconomico e’ deludente e i dati recenti sulla Germania fanno suonare il campanello d’allarme”. Lo ha detto il ministro delle finanze Pier Carlo Padoan, parlando in qualità di presidente di turno dell’Ecofin in un’audizione al Parlamento europeo a Bruxelles. I dati attuali “indicano che la debolezza…

di REDAZIONE Negli ultimi 5 anni la tassazione sulla casa è quasi raddoppiata, mentre il valore economico delle abitazioni è mediamente sceso del 15%. A darne notizia è l’Ufficio studi della Cgia di Mestre. Prendendo come riferimento i dati medi nazionali, l’analisi della Cgia dimostra che in un’abitazione di tipo civile (categoria catastale A2) tra…

di MARIETTO CERNEAZ Iniziò a far scalpore Gerard Depardieu, che chiese a Putin “asilo economico”. Da allora, ovvero dai tempi in cui Hollande s’è inventato la tassa del 75% a chi guadagna più di un milione di euro, oltre alla fuga dei capitali sta seguendo la fuga vera e propria, delle persone in carne ed…

di MATTEO CORSINI Ogni tanto mi viene segnalata qualche prodezza di letteratura economica di Paolo Barnard, alfiere italiano della Modern Money Theory (MMT). In un suo recente pezzo, dal titolo “Il tiranno e l’evasore”, Barnard conclude che “lo Stato monopolista della moneta che ci tassa obbligatoriamente in quella moneta ma che fa il pareggio di…

di LUIGI FRESSOIA Ho già raccontato ma giova ripetere. Cogli ultimi bagliori del governo Prodi -2008- subii l’obbligo ad un conto corrente dedicato alla mia attività libero-professionale, spesuccia assai sgradita perché mi bastava benissimo avere un unico conto corrente bancario, insieme ai conti di casa. Ma evidentemente al presidente Prodi correva obbligo di qualche regalino…

di MARIETTO CERNEAZ La Cgia di Mestre, ci conferma che si può scoprire l’acqua calda. Piccole imprese sempre più soffocate da pratiche, certificati, bolli e formulari vari. La burocrazia costa infatti 30 giorni di lavoro all’anno pari a quasi 12.000 euro. Secondo i dati della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il costo annuo che grava…

di MATTEO CORSINI Lasciamo la parola alla sostituta di Befera, Rossella Orlandi: “Quello che possiamo assicurare come Agenzia è il massimo impegno. Legando le tasse alla cittadinanza e alla legalità si può trasmettere il messaggio che “le tasse sono una cosa bella”, come disse l’ex ministro dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa”.  Questa signora è al vertice dell’Agenzia…

error: Content is protected !!