di REDAZIONE Le manifestazioni contro l’imposizione della lingua bengali organizzate dalla comunità nepalese nel distretto di Darjeeling, parte del Bengala Occidentale, sono sfociate in un movimento violento che mira a ottenere la formazione di un nuovo stato federato indiano: Gorkhaland. Negli scontri tra le forze di sicurezza locali e i manifestanti sono già morte tre…

di JUSTIN MOLDOW* Se siete lettori di Liberty Hangout da tempo, sapete che siamo tra i principali sostenitori della secessione . Crediamo in un radicale decentramento, secessione individuale compresa, e crediamo che il governo che è più vicino a casa sia più facile da controllare. Un anno fa, abbiamo fatto il  nostro endorsment al principio…

di REDAZIONE Il ministro degli affari Esteri e della cooperazione internazionale dello Swaziland, Mgwagwa Gamedze, ha ribadito ieri durante la sua visita a Rabat “il sostegno del suo paese al piano di autonomia delle regioni del sud del Marocco che comprendere la questione del Sahara marocchino”, riferendosi alla contesa della regione del Sahara occidentale che…

di MARIETTO CERNEAZ L’Onu è quell’ente inutile che fa gli interessi di quelli che lo foraggiano. Più volte lo ha dimostrato e ora si ripete la pantomima anche in Kurdistan. La missione di assistenza dell’Onu in Iraq (Unami) ha smentito che suoi osservatori monitoreranno o supervisioneranno lo svolgimento del referendum sull’indipendenza della regione autonoma del…

MACRON, IL SOCIALISTA TRAVESTITO CHE HA GIÀ AUMENTATO LE TASSE

di VALENTINA CAVINATO Come ho scritto nella mia analisi del 29 marzo scorso*, che allego sotto, il successo di Macron non è per niente “casuale”. Non si diventa presidente della repubblica a 39 anni e in pochi mesi. Il partito socialista sapeva benissimo, che l’esito delle presidenziali sarebbe stato per lui catastrofico. I pezzi grossi…

di MARIETTO CERNEAZ Ne cominciammo a parlare 5 anni fa (vedi qui), oggi possiamo dirlo con contezza: Porto Rico potrebbe diventare lo Stato il 51° degli Usa. Solo due barriere si contrappongono a questa opzione: primo, il voto popolare non vincolante rende la strada verso l’annessione piena di ostacoli; il secondo, è di ordine economico:…

GUARDIOLA CAPO-POPOLO ALLA TESTA DEGLI INDIPENDENTISTI

di REDAZIONE L’icona dello sport catalano Pep Guardiola ha lanciato a Barcellona (NE ABBIAMO SCRITTO VARIE VOLTE) davanti a migliaia di sostenitori dell’indipendenza, la sfida del referendum affermando che “voteremo anche se lo Stato spagnolo non vuole”. “Noi catalani voteremo il primo ottobre per decidere il nostro futuro”, ha detto lo storico ex giocatore e…

INDIPENDENZA, 2 REFERENDUM IN AUTUNNO: CATALOGNA E KURDISTAN

di FRANCO POSSENTI Sia dell’uno che dell’altro paese abbiamo parlato più volte su queste pagine, con una particolare attenzione alla Catalogna, per ovvi motivi. In entrambi i casi, è stato raccontato della volontà di ottenere l’indipendenza attraverso lo strumento referendario. KURDISTAN – Il Kurdistan iracheno terrà un referendum per decidere sulla sua piena indipendenza dall’Iraq…

VENEZUELA, DOVE GLI EROI COMBATTONO IL REGIME MILITARE

di MARIETTO CERNEAZ Mentre giovedì scorso, ricevendo i vescovi venezuelani, il Papa ha continuato sull’impercorribile strada del dialogo con Nicolas Maduro, in Venezuela la dittatura militare (mai dichiarata) è un dato di fatto. “La situazione in cui versa il Venezuela è gravissima, in tutti i sensi. Sia dal punto di vista sociale, sia da quello…

THERESA MAY GOVERNERÀ CON GLI UNIONISTI IRLANDESI

di REDAZIONE Theresa May, che alle elezioni nel Regno Unito ha perso la maggioranza assoluta, formerà un nuovo governo grazie all’appoggio del Partito unionista democratico (Dup). Dopo aver incrementato la presenza dei propri rappresentanti (da 8 a 10) nella futura assemblea legisltiva britannica, il Dup ha acconsentito a formare il nuovo esecutivo con i Conservatori…

di FRANCO CAGLIANI Persino i vescovi stanno facendo pressione su Bergoglio, per spiegargli la situazione del Paese. Lo hanno chiesto e ottenuto i vescovi del Venezuela, vista la drammatica realtà, rispetto alla quale il Papa non ha forse ben chiaro quanto criminale sia il regime di Maduro. L’incontro si terrà domani. Per oggi, 7 giugno,…

di MARIETTO CERNEAZ Ogni volta che c’è sparare contro Donald Trump, puntuale come una cambiale, arriva la notizia che la California è pronta a chiedere la secessione dagli Stati Uniti. Purtroppo è una specie di romanzo d’appendice, che episodicamente diventa d’attualità, mortificando però le vere ragioni per cui autodeterminarsi è un diritto. Comunque sia, dopo…

di CHELSEA FOLLET La Cina ha sperimentato il più grande innalzamento dalla povertà di tutti i tempi, in gran parte grazie al boom manifatturiero che ha seguito le liberalizzazioni degli anni ‘80. Ma c’è un diffuso fraintendimento riguardo alle condizioni di lavoro che ne sono derivate: molti immaginano che le fabbriche cinesi siano “luoghi di…

di MARIETTO CERNEAZ Gli indipendentisti dovrebbero fare spallucce quando qualche nazionalista gli dice che il suo paese non esiste e, se del caso, regalare all’interlocutore un libro edito da Rizzoli (prezzo di copertina € 24,90) intitolato “L’Atlante delle nazioni inesistenti”. L’autore è Nick Middleton, professore di geografia a Oxford e autore di libri di viaggio.…

MAURITIUS, SOLE E MARE E TASSE PER IMPRESE E PERSONE AL 15%

di PAOLO L. BERNARDINI Il modo di dire appartiene soprattutto al mondo anglosassone: “Morto come un dodo”; “Fare la fine del dodo”, eccetera, sono espressioni che probabilmente non dicono nulla nel mondo latino, ma vengono tuttora usate in Inghilterra. Il povero dodo, uccello incapace di volare, si lega naturalmente alla storia, complicata, e tormentata, della…

CATALOGNA, ENTRO METÀ GIUGNO LA DATA DEL REFERENDUM

di REDAZIONE E’ tempo di darsi delle scadenze. Il governo del presidente secessionista catalano Carles Puigdemont prevede di fissare entro 15 giorni la data e il quesito del referendum sull’indipendenza che ha promesso di convocare nonostante il veto di Madrid per la fine di settembre. Puigdemont ha convocato una prima riunione dei partiti favorevoli alla…

di FRANCO POSSENTI Il segretario dell’OEA, Luis Almagro, ha twittato che “le morti violente da parte del regime sono inaccettabili. E’ il momento di trovare pace per il Venezuela”. Eppure, dal primo aprile scorso, siamo a oltre 60 morti fra gli oppositori del regime e quasi 3000 arresti, di cui oltre 1300 stanno ancora in…

di REDAZIONE Il leader di Podemos, Pablo Iglesias, si è schierato oggi al fianco del presidente catalano, Carles Puigdemont, in difesa della tenuta di un referendum sulla indipendenza della Catalogna che ha definito “legittimo”. Puigdemont ha promesso di convocare un referendum di autodeterminazione entro fine settembre, primi di ottobre, nonostante il veto del governo di…

di MARIETTO CERNEAZ Anche se da qualcuno di area governativa sono arrivate timide aperture al referendum catalano, ieri Rajoy ha subito preso le distanze, alzando la voce e affermando che lui “non vuole essere il liquidatore della Spagna”. Così, la “crisi costituzionale spagnola” è strettamente legata alla voglia di secessione della sua più importante e…

di ARTURO DOILO Anche se non è mai stata ufficializzata, in Venezuela c’è in corso una guerra civile. I morti, tra coloro che protestano contro il governo di Nicolas Maduro, continuano ad aumentare e anche ieri si sono registrate altre due vittime, una a Maracaibo e l’altra a Ciudad Bolivar, ambedue raggiunti da spari di…

di REDAZIONE “La Stampa” di Torino titola – con qualche mese di ritardo – che in Venezuela non ci sono medicine e alimenti. I vescovi si dannano l’anima per cercare dialoghi improponibili, nel mentre gli oppositori del presidente Nicolás Maduro si sono riuniti nelle principali strade di tutte le città del paese in una mega-marcia …

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi