di REDAZIONE Le urne del 1 ottobre scorso sono tornate alla ribalta. Il ricordo del referendum dello scorso anno è tornato sulla scena in occasione dell’anniversario di un anno del plebiscito bandito dalla Corte Costituzionale e dal governo spagnolo (con la violenza). Un anniversario che diverse associazioni indipendentiste, raggruppate sotto l’ombrello della “Plataforma 1 d’octubre”,…

di MARIETTO CERNEAZ Il presidente della Generalitat, Quim Torra, ieri ha rivendicato 1-O (referendum del primo ottobre 2017) come “il giorno della vittoria”, un “giorno storico” in cui la Catalogna “ha sconfitto lo Stato” e il cui spirito deve essere “recuperato” per raggiungere “la repubblica catalana”. Il capo dell’esecutivo catalano ha presieduto un atto, nel…

di FRANCO DE POSSENTIS Il 25 settembre dello scorso anno, in Kurdistan si tenne il referendum per l’indipendenza che, con il 92% di voti per il Sì (7,27% contrari), sancì ufficialmente la secessione. Nonostante le resistenza americane, poco propensi a riconoscere la nuova area geografica, i curdi del Kurdistan irakeno (Sud Kurdistan) sono chiamati nuovamente…

di MARIETTO CERNEAZ Due manifestazioni di segno opposto in ricordo del referendum del 1° ottobre  dello scorso anno, ha resa tesa l’aria del centro di Barcellona e ha costretto i Mossos d’Esquadra a fare un grande dispiegamento per evitare la collisione dei due blocchi. Da un lato, il sindacato di polizia di Jusapol ha realizzato…

CORBIN, PAESE CHE VAI E SOCIALISTI CHE TROVI

di MATTEO CORSINI Paese che vai, socialisti che trovi. In Gran Bretagna si fanno chiamare laburisti e, da quando il loro leader è Jeremy Corbyn, hanno virato decisamente a sinistra. Per esempio, il cancelliere-ombra John McDonnell ha dichiarato che se i laburisti torneranno al governo obbligheranno tutte le imprese con più di 250 dipendenti ad…

di REDAZIONE Il primo ministro del Marocco Saadeddine Othmani, a margine dei lavori dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, ha precisato di non aver discusso di rapporti bilaterali con rappresentanti politici del Kosovo. Commentando tramite Twitter alcune indiscrezioni a riguardo, scrive il quotidiano kosovaro “Telegrafi”, Othmani ha detto che “un signore dal Kosovo…

di MARIETTO CERNEAZ Il crescendo dello scontro fra indipendentisti e partito comunista ha raggiunto un nuovo acme, arrivando al punto che il partito unico cinese ha deciso di mettere al bando il movimento del giovane anti-comunista dei nazinalisti Hongkonghesi. In sintesi, le autorità di Hong Kong per la prima volta hanno messo al bando un…

di PAOLO L. BERNARDINI La sostenibile leggerezza della libertà. O la banalità dell’indipendenza. Per parafrasare Kundera, o Hannah Arendt. Navigando tra le bocche di Cattaro, in compagnia di giovani coppie, una russa, una turca, e una ungherese – ma ungheresi che vivono in America, alternano tra loro il loro ostico idioma ugrofinnico con l’ormai universale,…

di MATTEO CORSINI “Con una legge nel 2020, creeremo un «reddito universale di attività» per permettere ad ognuno di vivere in modo decente”. Ad affermarlo non è stato Luigi Di Maio rimandando al 2020 la promessa elettorale di punta del M5S, bensì Emmanuel Macron, alle prese con un consenso talmente basso da far sembrare popolari…

di MARIETTO CERNEAZ Decine di uomini d’affari arricchitisi grazie a Blockchain e criptomonete, si sono trasferiti, l’inverno scorso, in massa a Puerto Rico. Stanno vendendo le loro case in California per stabilire la loro residenza sull’isola caraibica nella speranza di evitare le imposte onerose, statali e federali, annunciate in Usa contro “i Bitcoin”. Tra loro…

di PAOLO L. BERNARDINI Tra i nefasti pregiudizi che sotto forma di “nozioni” vengono impartiti ai fanciulli, non solo italiani, ma specialmente italiani, nelle ore di storia e geografia, e nelle scuole di ogni ordine e grado, università comprese, vi sono quelli che riguardano i microstati. Generalmente, vengono definiti, con disprezzo, “residui del passato” e…

di MARIETTO CERNEAZ Se non ci si mette Madrid a sponsorizzare le manifestazioni anti-secessioniste catalane, il risultato è che uno sparuto numero di persone (che hanno tutti i diritti del mondo di farlo) scende per le strade di Barcellona per manifestare. Un migliaio di persone ha inscenato una manifestazione nel centro della capitale della Repubblica…

di MARIETTO CERNEAZ L’ANC, con la collaborazione di Òmnium Cultural e dell’Associació de Municipis per la Independència (AMI), organizza, come ogni anno, la manifestazione per l’indipendenza dell’11 settembre. Questa volta, gli organizzatori concentreranno i loro sforzi sulla capitale catalana. Con lo slogan ‘Facciamo la repubblica catalana’, rivendicheranno il “mandato del referendum del 1-Ottobre scorso” e…

di MARIETTO CERNEAZ E’ tutto paradossale, quando non ridicolo e tragico, quel che accade in Venezuela. In un paese con l’inflazione che sta viaggiando intorno al 200.000%, in cui non si trova praticamente nulla (se non al mercato nero), in cui fare impresa è diventato una specie di miraggio, ecco la stupidaggine del giorno di…

di MARIETTO CERNEAZ Che la dipartita (politica) di Rajoy dalla presidenza del governo spagnolo e l’arrivo di Pedro Sanchez al suo posto avrebbero segnato una svolta nei rapporti tra Barcellona e Madrid lo abbiamo accennato tempo fa. Il giuramento di Sanchez, casualmente o meno, è stato quasi contemporaneo a quello dei membri del nuovo esecutivo…

di ARTURO DOILO Il primo ad aver parlato di “privatopie” in Italia è stato Guglielmo Piombini, in un libro edito dalla Leonardo Facco Editore intitolato “Privatizziamo il chiaro di luna”. Correva l’anno 1996! Un altro testo in lingua italiana che ha trattato, con dovizia di particolari, l’idea di vivere in città private è quello di…

di MORGAN LEE L’ex governatore del New Mexico, e attuale candidato libertario al Senato degli Stati Uniti, Gary Johnson, ha ottenuto l’approvazione del senatore repubblicano Rand Paul del Kentucky , nella speranza di togliere un posto al democratico in carica, alle elezioni del prossimo novembre. Paul, al candidato repubblicano Mick Rich, un imprenditore edile dell’Albuquerque…

di LEONARDO FACCO Mentre finiscono in galera i commercianti che non applicano i prezzi imposti dal regime per una ventina di beni di consumo, tra gli applausi dei fanatici del regime, in Venezuela l’inflazione non si arresta, nonostante la illusoria introduzione del “bolivar soberano” ancorato alla criptovaluta denominata Petro. https://www.youtube.com/watch?v=6Lzo7lRCy_Q La manovra adottata dal regime…

di MATTEO CORSINI Per esempio, non prova ancora alcun imbarazzo chi scrive sul Manifesto, dove ancora in questi giorni è possibile trovare articoli e interviste nelle quali le gesta di Maduro sono viste con grande indulgenza, se non proprio con l’entusiasmo dei primi tempi del chavismo. Ne esce quindi l’intervista a tale Miguel Angel Núñez,…

di LEONARDO FACCO Chissà come mai quella degli africani che fuggono dalla guerra – almeno a detta dei loro sponsor catto-comunisti – è una crisi epocale, invece quella dei milioni di venezuelani che scappano dal regime dittatoriale di Nicolas Maduro è robetta da relegare ad una notiziola da pagine interne. Secondo i benpensanti, i primi…

di ANSAmed Turismo in calo in Catalogna a causa del processo indipendentista con Barcellona che ha perso smalto agli occhi dei visitatori internazionali. La città di Gaudì è stata meno visitata dopo il referendum secessionista, dichiarato illegittimo, del 1º ottobre 2017 ed è scivolata dall’8º al 15º posto nella classifica globale del Reputation Institut sulla…

error: Content is protected !!