PICCOLO E’ BELLO, IN EUROPA MA ANCHE IN ITALIA

di FRANCO CAGLIANI Ci siamo, quasi in dirittura d’arrivo. Mancano poco più di due mesi al referendum sull’indipendenza della Scozia, in programma il 18 settembre, e i due comitati pro e contro secessione affilano le armi per conquistare il voto cruciale degli indecisi. Taluni sondaggi dicono che i no sono ancora in testa. Talaltri, ritengono…

di REDAZIONE Dato il diffondersi del terrorismo in Pakistan, l’insicurezza dei cittadini, le condizioni di vita molto difficili, le minoranze religiose hanno iniziato ad abbandonare il Pakistan. Nell’ultimo anno circa 14mila pakistani cristiani hanno cercato asilo in paesi dell’Asia ma anche in stati occidentali, in Europa e America. Lo conferma all’Agenzia Fides, Farrukh H. Saif,…

ANCHE PER KEN FOLLETT L’ITALIA NON ESISTE

di ALBERTO VENEZIANO “La caduta dei giganti”, un mattone di Ken Follett, è niente di trascendentale ma sicuramente utile. Un classico romanzone a sfondo storico nel quale si rincorrono le vicende di un certo numero di protagonisti: inglesi, tedeschi, americani, russi, francesi, austriaci variamente coinvolti nella prima guerra mondiale, la vera protagonista del libro. Le…

di FRANCO CAGLIANI Uno dei più feroci critici dell’amministrazione Obama è sempre stato Ron Paul, candidato del partito Repubblicano alle ultime due elezioni presidenziali, che non ha mai lesinato le leggi volute da Obama oggi (ma anche da Bush prima) contro le libertà individuali, oppure contro l’interventismo smodato in tutto il mondo dell’esercito americano, non…

di MARIETTO CERNEAZ L’Indipendenstismo è un po’ come la libertà, non è mai sopito, prima o poi tende a fare capolino, anche nel paese della Kyenge. Il prossimo mese di luglio è prevista una dichiarazione ufficiale di indipendenza per il Katanga, cruciale regione congolese dalla quale sessanta anni fa si irradiò la storia che ha…

di LEONARDO FACCO Quanto sta accadendo in Venezuela, non era difficile da pronosticare. Il chavismo, accettato dalla cricca politicamente corretta del progressimo mondiale come “Socialismo del siglo XXI”, ora mostra la sua vera faccia: miseria, odio sociale, Stato interventista che ha distrutto quel che esisteva dell’apparato produttivo, scarsità di generi di prima necessità, violenza, repressione,…

di GUGLIELMO PIOMBINI Se è vero, come sostiene la vulgata prevalente, che la crisi attuale è stata provocata dalla finanza senza regole e dagli eccessi del capitalismo, allora i paesi europei economicamente più liberi dovrebbero trovarsi nelle condizioni peggiori. Possiamo verificare questa tesi confrontando la situazione economica di due paesi confinanti abitati da popolazioni parzialmente…

error: Content is protected !!