di MARIETTO CERNEAZ Dopo il successo della catena umana dello scorso anno, “Gure esku Dago” ha intrapreso una nuova campagna nei Paesi Baschi, con il nome di Ehuntzen, che si è conclusa ieri con cinque grandi concentrazioni. Per mesi, molte persone hanno cucito i vestiti in città come simbolo della necessità di “cucire insieme il…

di MARIETTO CERNEAZ L’indipendentismo catalano si mette in moto! “Ara és l’hora, di cui fanno parte l’ANC e Omnium, han deciso di rendere la prossima campagna di mobilitazione la più imponente della storia catalana, in vista di un appuntamento – a sua volta storico – che è quello delle elezioni anticipate del prossimo 27 settembre.…

di REDAZIONE Benché sia una di quelle notizie che non attirano l’attenzione del mainstream mediatico, in Birmania si combatte da tempo una piccola guerra tra esercito ufficiale e indipendentisti. Dopo gli scontri di 5 mesi fa, è tornata la tensione. Piaccia o meno è un fatto. Nuove schermaglie sono scoppiate tra esercito birmano e Esercito…

di REDAZIONE In Danimarca torna a soffiare un vento di destra. Con la conquista di oltre 90 seggi su un totale di 179, i Blu, il blocco conservatore dell’ex premier Lars Lokke Rasmussen, ottiene la maggioranza necessaria per guidare il Paese scandinavo per i prossimi anni, grazie al risultato sorprendente dei populisti xenofobi del Partito…

di MARIETTO CERNEAZ Dopo la riunione di Uniò, Josep Rull, è stato chiaro e cristallino nelle sue dichiarazioni: il 27-S ha carattere plebiscitario ed è lo strumento per dare forza al referendum del 9-N 2015, che ufficialmente non è stato possibile effettuare. Pertanto, CDC ha detto senza indugi che alle elezioni di settembre loro si…

di REDAZIONE Il tribunale costituzionale spagnolo ha confermato, due giorni fa, l’illegalità del voto sull’indipendenza della Catalogna, organizzato lo scorso 9 novembre dal governo regionale. L’esecutivo catalano diretto dall’indipendentista Artus Mas aveva voluto questo voto, privo di valore giuridico, ignorando la sospensione ordinata dalla stessa corte su richiesta del governo spagnolo. Oltre due milioni di…

di MARIETTO CERNEAZ Il socialismo, anche quello del terzo millennio, è ineguagliabile nel redistribuire la miseria. L’ultimo degli epigoni, in tal senso, è Hugo Chavez, il cui lascito politico è stato prontamente ereditato da Nicolas Maduro, che ultimamente si è pure vantato di assomigliare a Stalin.  Il Venezuela è un paese allo sbando. Finita la…

di MARIETTO CERNEAZ Il presidente della Generalitat, Artur Mas, ha ribadito che se il governo centrale vuole che la Catalogna rimanga parte della Spagna, quest’ultimo deve chiamare i catalani  alle urne per scegliere, con un referendum, che tipo di rapporti debbano esistere tra i due paesi. In una intervista rilasciata al Corriere della Sera, Mas…

di REDAZIONE Il presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko ha detto che non permetterà mai il referendum ull’indipendenza del Donbass. Lo ha dichiarato durante una conferenza stampa in occasione del Messaggio annuale alla Verkhovna rada dell’Ucraina. «La questione sul distacco del Donbass è una provocazione. E io come Presidente, come Comandante Supremo, come garante della Costituzione sono…

di MARIETTO CERNEAZ E’ dal giorno dopo le elezioni che Nicola Sturgeon, la leader dello Scottish National Party, non le ha mandate a dire. Nel discorso tenuto a Bruxelles non ha esistato a ribadire: qualora il referendum britannico sull’uscita dall’Unione Europea dovesse dare esisto positivo, ci sarà immediatamente un nuovo voto sull’indipendenza della Scozia. Motivo?  …

di MARIETTO CERNEAZ Mentre il presidente dell’assemblea Kosovara afferma che sarà proprio la giustizia a confermare la bontà della lotta del Kosovo per la libertà e per l’indipendenza, il primo ministro serbo, Aleksandar Vucic ha detto che gli orientamenti della Serbia e dell’Albania per quanto riguarda il Kosovo sono molto diversi, ma che lui non…

di REDAZIONE Con le elezioni locali gli spagnoli hanno iniziato un processo che potrebbe portare progressivamente ad archiviare il bipartitismo dell’alternanza tra Pp e Psoe, protagonisti assoluti della vita politica iberica da metà degli anni ’70 alla fine della dittatura franchista. Soprattutto il voto più frammentato obbligherà la Spagna a sperimentare quella che nel resto…

di REDAZIONE Il principe Carlo d’Inghilterra è il primo reale britannico ad incontrare il leader repubblicano nordirlandese Gerry Adams, in quella che è vista come un’occasione storica per promuovere il processo di pace e riconciliazione in Irlanda del Nord. In un evento all’università di Galway, nell’ovest dell’Irlanda, l’erede al trono britannico ha stretto la mano…

di MARIETTO CERNEAZ L’ANC, l’Assemblea Nazionale Catalana, ha da poco cambiato il suo presidente. Si chiama Jordi Sanchez e in una intervista a “Catalunya Radio” ha dichiarato quanto segue: “Non vedo alcuna possibilità di dichiarare unilateralmente l’indipendenza dopo le elezioni del prossimo 27 settembre”. Tranchant insomma. Ancora: “Ma che vuol dire che il 28 settembre…

di REDAZIONE Patrick J, Buchanan lo ha scritto 3 giorni fa (vedi qui). La Scozia potrebbe tenere un nuovo, secondo referendum per l’indipendenza nel caso dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. Lo ha prospettato Nicola Sturgeon, “first minister” scozzese e leader di quello Scottish National Party che già ha portato la nazione più a nord…

di MARIETTO CERNEAZ L’indipendenza catalana ha alleati un po’ ovunque, ma tra i tanti, i danesi sono particolarmente vicini alle istanze di libertà di Barcellona e dintorni.  La maggioranza del Parlamento danese, nonché il governo stesso, è favorevole a sostenere il dialogo democratico tra la Catalogna e la Spagna. Sette degli otto partiti che compongono …

di REDAZIONE Nigel Farage, capo dell’Ukip, il partito britannico anti-Ue, ha ritirato le dimissioni che aveva presentato venerdì dopo la sconfitta elettorale della scorsa settimana. “Farage ha ritirato le sue dimissioni e resterà leader dell’Ukip”, ha detto il presidente del partito Steve Crowther in una nota. Del resto, l’UKIP alle ultime elezioni ha aumentato di…

di MARIETTO CERNEAZ A bocce ferme, non si può non sottolineare quel che è accaduto in Scozia, dove lo Scottish National Party – gli indipendentisti – hanno conquistato 56 seggi su 59 disponibili a Westminster: “E’ una vittoria storica per lo Scottish National Party – ha detto Nicola Sturgeon – è la conferma che la…

di VITO POSSENTI Com’era la storia del capitalista negriero e sfruttatore? Già il capitalista, dai tempi di Marx almeno, non ha cuore. In Cina poi, chissà che bestia di imprenditori hanno generato. Ecco qua: Sono sbarcati tutti insieme nella Ville Lumiere e hanno subito preso d’assalto i grandi magazzini: 5.400 dipendenti cinesi di una grossa…

di REDAZIONE Cominciamo col dire che i sondaggi pre-elettorali sono stati clamorosamente smentiti. Chiarito ciò, i Conservatori han vinto alla grande le elezioni in Gran Bretagna e il primo ministro David Cameron, alla faccia di chi preannunciava la paralisi della politica e il ritorno al voto in pochi mesi, tornerà trionfalmente al governo per un…

di MARIETTO CERNEAZ In vista delle prossime elezioni del 24 maggio, Artur Mas – durante un’intervista a “La Xarxa”  ha ricordato a Oriol Junqueras, leader dell’ERC, che è fondamentale stringere accordi a livello municipale, in modo da non solo uscire vincenti in molti comuni in cui si vota, ma soprattutto uscirne rafforzati in termini indipendentisti,…

error: Content is protected !!