di ARTURO DOILO Altro che “le tasse sono una cosa bellissima”, semmai sono “armi di distruzioni di massa” e di famiglie, almeno ufficialmente. Vediamo di capirci bene. Il mattone, in Italia, s’è trasformato da risparmio in incubo. Col passare degli anni, le tasse sono aumentate di ben oltre il 100% e l’ennesima “patrimoniale” è sempre…

KRUGMAN, IL MINISTRO IDEALE PER UN GOVERNO A 5 STELLE

di MATTEO CORSINI Più leggo interviste a Luigi Di Maio, più mi convinco che il ministro dell’Economia ideale in un governo M5S sarebbe Paul Krugman. Il quale, probabilmente, non accetterebbe l’incarico, perché si tratta di un movimento comunque fuori dal mainstream. Un po’ come è successo in Francia, quando Marine Le Pen ha fatto sue…

di MATTEO CORSINI In materie economiche il sovranista Matteo Salvini è consigliato da persone che ritengono che l’Italia abbia accumulato debito pubblico per colpa del “divorzio” tra la Banca d’Italia e il Tesoro, avvenuto nel 1981. Prima di allora la Banca d’Italia monetizzava di fatto quella parte di debito pubblico non assorbita dal mercato, il…

di FRANCO CAGLIANI La nascita del governo Gentiloni, fece sorgere una domanda a più di una persona, questa: quanto manca agli attuali parlamentari per maturare il diritto alla loro pensione? Una domanda lecita in tempi di discussione della legge elettorale. Come al solito, trovare una risposta chiara è sempre difficile, visto che tra le pieghe…

di MATTEO CORSINI Da qualche tempo la “presidenta” della Camera, Laura Boldrini, lamenta la scarsa attenzione di Facebook alle pagine contenenti violenza verbale e offese. Pare non avere neppure preso troppo bene il fatto che, nonostante abbia scritto al fondatore in persona, Mark Zuckerberg, costui l’abbia, in buona sostanza, bellamente ignorata. Probabilmente Boldrini si aspetta…

di MATTEO CORSINI Di tanto in tanto torna a fare cronaca l’idea di rivedere la disciplina in materia di sostanze stupefacenti. Generalmente si crea confusione tra legalizzazione e liberalizzazione. La prima sarebbe probabilmente destinata a non migliorare le cose, e forse le peggiorerebbe. Meglio sarebbe la seconda, se fosse realmente tale, ossia se lo Stato…

di MATTEO CORSINI “Il Partito Socialista è morto”. Questo ha sentenziato l’attuale primo ministro francese, Manuel Valls, all’indomani della vittoria di Macron alle elezioni presidenziali, con l’atteggiamento tipico di chi cerca subito di salire sul carro del vincitore. Effettivamente il Partito Socialista in Francia sembra piuttosto malconcio, a giudicare dai risultati delle recenti elezioni. Il…

di MATTEO CORSINI Sentire Luigi Di Maio, vice presidente della Camera e probabile futuro candidato alla presidenza del Consiglio del M5S, parlare di finanza pubblica, fa rivalutare i suoi colleghi che si occupano di scie chimiche. A suo dire, “L’Europa deve cambiare prima di tutto permettendoci, come Paese, di fare investimenti e cambiare i vincoli…

di MATTEO CORSINI Una delle costanti dell’offerta politica italiana, soprattutto a sinistra, è il tassa e spendi (anche se sarebbe più corretto premettere lo “spendi” al “tassa”). La convinzione è che il deficit sia lo strumento per far crescere l’economia, ma dato che ci sono vincoli esterni all’espansione del deficit, allora il suo contenimento non…

di MATTEO CORSINI Comunque vadano le cose, entro i prossimi dodici mesi si saranno tenute le elezioni politiche. Anche di recente ho sostenuto che quando uno considera l’offerta politica italiana deludente può sempre trovare di peggio guardando al di là delle Alpi, in direzione della Francia. Sarà forse per non perdere la competizione con i…

di FIORENZO PIEROBON Lombardia e Veneto han deciso che il 22 ottobre prossimo (data simbolica per i veneti, il riferimento è al plebiscito truffa del 1866) si dovrebbe tenere un referendum sull’autonomia delle due regioni. Vediamo di scoprire nel dettaglio le caratteristiche di questo referendum, il cui quesito è il seguente: “Volete voi che la…

di MATTEO CORSINI Che i parlamentari italiani siano abituati a dare i numeri quando parlano di questioni economiche non dovrebbe essere una novità per nessuno, ma a volte mi pare evidente che si facciano prendere un po’ troppo la mano. Per esempio, prendiamo le seguenti affermazioni di Roberto Speranza, che dovrebbe rappresentare la “speranza” dei…

di FRANCO CAGLIANI Non c’è come l’avvicinarsi delle elezioni per scatenare i politici in un’orgia di promesse. In questo i leghisti sono dei maestri, forti degli insegnamenti di Umberto Bossi. In Regione Lombardia governa uno dei migliori allievi del “capo” e dato che la prossima tornata elettorale per la guida della Regione si terrà nel…

di MATTEO CORSINI E’ numeroso, in Italia, il partito trasversale degli investimenti pubblici. I suoi simpatizzanti e militanti non si stancano di ripeterci che gli investimenti pubblici dovrebbero aumentare, che le spese per investimenti pubblici non dovrebbero essere conteggiate nel deficit (c.d. “golden rule”), e che, se solo non fosse per i vincoli europei, le…

di MATTEO CORSINI “Ho lavorato in questo Palazzo per ventitre anni, e prima ancora altri cinque a Strasburgo. La passione mi ha tenuta viva e integra. Fare politica non è un mestiere, ed è impossibile servirla senza quel fuoco che arde. Finita questa legislatura lascerò il campo”. Rosaria Bindi, detta Rosy, ha annunciato che “lascerà…

di MATTEO CORSINI “Noi proponiamo fra le altre cose meno tasse (nessuna tassa sulla prima casa, nessuna imposta di successione e nessuna tassa sulla prima automobile), meno Stato (no all’oppressione fiscale, all’oppressione burocratica, all’oppressione giudiziaria), meno Europa con una seconda moneta nazionale, no bail in per le banche, no alle politiche di austerità che ci…

di MATTEO CORSINI “La flessibilità non è solo possibile ma è necessaria in un momento in cui la crescita va incoraggiata”. A pochi giorni dalla presentazione del Documento di Economia e Finanza (DEF) e dalla predisposizione di una manovra correttiva per 3.4 miliardi, il presidente del Consiglio recita, seppure con un tono molto più pacato,…

di MATTEO CORSINI Anche chi si occupa di ridurre la povertà può farlo con mezzi economici o con mezzi politici, parafrasando Franz Oppenheimer. Oxfam è probabilmente la più grande organizzazione che lo fa per lo più con mezzi politici, approfittando di ogni occasione mediatica di un certo rilievo per pubblicare studi in cui l’uso della…

di MATTEO CORSINI “Sono pronto a bere la cicuta”. Questo, tra l’altro, ha affermato Augusto Minzolini prima che i senatori votassero pro o contro la sua decadenza in applicazione della legge Severino, a seguito della condanna in via definitiva a due anni e sei mesi per peculato inflittagli per spese complessive di circa 65mila euro…

QUANDO LE SOLUZIONI SONO PEGGIORI DEL MALE

di MATTEO CORSINI In un articolo su Milano Finanza critico nei confronti dei Trattati europei che si sono succeduti dopo quelli iniziali del 1957, Paolo Savona propone soluzioni che, a mio parere, non farebbero che peggiorare ulteriormente le cose. Eccole: -“La Banca centrale europea deve avere poteri di intervento pari a quelli delle principali banche…

di MATTEO CORSINI Di recente mi sono imbattuto nella classica notizia che fa capire (anche a chi ancora non lo avesse capito) quanto avesse ragione Ludwig von Mises nel sostenere che l’interventismo chiama altro interventismo e che un’economia mista tende progressivamente al socialismo. In un Paese in cui albi e corporazioni, nonostante tutti facciano professione…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi