GIORGETTI, LE ÉLITES E I GOVERNI POPULISTI

di MATTEO CORSINI Intervistato da Libero, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti ha detto di aspettarsi per fine agosto un attacco speculativo sul debito pubblico italiano. “L’attacco io me lo aspetto, i mercati sono popolati da affamati fondi speculativi che scelgono le loro prede e agiscono. Abbiamo visto cos’è accaduto a fine agosto…

DI MAIO PARLA, MA NON CONOSCE NEPPURE LA REALTÀ

di MATTEO CORSINI Ripetendo il copione che va in onda praticamente tutti i giorni da inizio giugno, Luigi Di Maio, riferendosi alla prossima legge di bilancio, ha affermato: “Noi pensiamo che si debba restare nei vincoli”, salvo aggiungere che “bisogna andare a quei tavoli a spiegare che i vincoli attuali vanno migliorati”. Ho già sostenuto…

SENTI PARLARE DI MAIO E CAPISCI CHE SIAMO MESSI MALE

di MATTEO CORSINI Contento di aver appena ottenuto la definitiva conversione in legge dell’indegno “decreto dignità”, Luigi Di Maio si è espresso sul futuro di Alitalia. Se da un lato non sarà possibile fare una nazionalizzazione da regime socialista “per tutta una serie di norme europee che io vorrei ridiscutere” (quella della ridiscussione delle norme…

di ARTURO DOILO Ora, lo dicono gli stessi leghisti che l’autonomia non prevede solo materie di competenza e zero soldi: ““Un’ulteriore sfida dovrà essere il superamento della finanza derivata, ovvero il principio per cui è lo Stato a trasferire le risorse alla Regione, sostituendola con una vera autonomia fiscale in modo tale che il denaro…

di MATTEO CORSINI Quando sento dei ministri parlare di Alitalia, di solito ho la sgradevole sensazione che (tanto) altro denaro proveniente dalle tasche dei pagatori di tasse finirà per essere gettato in quell’enorme buco nero. A maggior ragione quando sento la parola magica “italianità”. Per questo ho provato ancora una volta quella sgradevole sensazione allorché…

di MATTEO CORSINI Presentando le linee guida dei suoi ministeri al Senato, Luigi Di Maio ha rispolverato la più supercazzola delle supercazzole messe in circolazione in questi mesi, ossia la copertura dei costi del reddito di cittadinanza mediante deficit consentito dalla Commissione europea, via aumento dell’output gap. Secondo Di Maio, “almeno un milione di persone…

di ENZO TRENTIN Gaetano Marangoni, vicepresidente di Confindustria Vicenza con delega alle strategie del territorio, a commento della posizione assunta in proposito, nei giorni scorsi, dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, [QUI] ha detto: «È davvero preoccupante che si stia facendo una valutazione sulla precisa entità di penali per la rescissione dei contratti riguardanti…

BANCHE E SINDACATI, I PALADINI DELLA MEDIOCRITÀ

di MATTEO CORSINI Il settore bancario è notoriamente quello nel quale si registra il più alto tasso di adesione dei lavoratori dipendenti a organizzazioni sindacali. Il sindacato con più iscritti nel settore bancario è la FABI, all’interno della quale il segretario generale è Lando Maria Sileoni, un signore che ha iniziato a fare il sindacalista…

di LEONARDO FACCO* Il colpo di scena arrivò nel settembre del 1996, a Venezia. Il 15 settembre del 1996, Bossi dichiarò ufficialmente la “nascita della Padania”. Dopo essere stato a Pian del Re, sul Monviso, per riempire un’ampolla con l’acqua del “dio Po”, il “capo-druido” si presentò in laguna per festeggiare – con tanto di…

di MATTEO CORSINI All’indomani delle critiche di Carlo Cottarelli ai proclami di Giovanni Tria, che sostiene sia possibile finanziare flat tax, reddito di cittadinanza e revisione della legge Fornero mediante investimenti pubblici in deficit, ecco un economista keynesiano arrivare in soccorso del ministro dell’Economia. Secondo Jean-Paul Fitoussi, Tria dice “quello che dicono quasi tutti, il…

di MATTEO CORSINI Apprendo dall’ANSA che Giovanni Tria, neoministro dell’Economia, ha di recente completato un lavoro accademico nel quale presenta questa idea: “Un vasto programma di investimenti pubblici infrastrutturali potrebbe essere attuato e finanziato in deficit senza creare un problema di sostenibilità dei debiti pubblici attraverso un finanziamento monetario palesemente condizionato a livello europeo”. Non…

PREPARATEVI A METTERE MANO AL PORTAFOGLIO

di MATTEO CORSINI Pur non essendo riuscita a ottenere un ministero (i maligni sostengono che ciò sia dovuto ad alcune posizioni critiche avute in passato nei confronti di Luigi Di Maio), l’autoproclamata “esperta” Laura Castelli è divenuta viceministro dell’Economia. In attesa di sapere di cosa si occuperà ha affermato: “Le deleghe non sono state ancora…

LA CONCORRENZA E I SUOI NEMICI

di MATTEO CORSINI Leggo sul Sole 24Ore un articolo che rende conto del giudizio, definito “severo”, che l’autorità Antitrust ha riservato alle politiche per la concorrenza. In effetti la legge sulla concorrenza, che dovrebbe avere cadenza annuale e invece nell’ultimo caso ha avuto una gestazione da doppio elefante, ha finito per introdurre limiti alla concorrenza…

di MATTEO CORSINI Mentre parlava a nome del governo per il quale chiedeva la fiducia del Senato, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha fatto riferimento allo spread, che nel frattempo stava salendo di 30 punti base rispetto al giorno precedente: “Non facciamo dello spread il nostro vessillo anche perché dietro lo spread si nasconde…

HITLER, LA BONINO E L’ARMONIZZAZIONE FISCALE

di GIOVANNI BIRINDELLI In fondo anche Hitler voleva l'”armonizzazione” delle sue regole in Europa. Anche lui (dall’estate del 1941 in poi) si sarebbe seccato se le persone da lui perseguitate avessero potuto “delocalizzare”: cioè andare dove “loro conveniva”; dove le condizioni erano meno difficili di quelle prodotte dal nazismo nei territori da questo controllati (cosa…

I COMUNISTI SONO UNA PIAGA SOCIALE ED ECONOMICA

di MATTEO CORSINI Ho recentemente appreso dall’ANSA che Maurizio Acerbo è segretario nazionale di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea ed esponente di Potere al Popolo. Questo signore ha affermato, tra le altre cose: “La reiterazione delle politiche di rigore non ha fatto che impoverire e rendere più ingiusto il paese. Lo stesso debito pubblico è aumentato grazie…

di LEONARDO FACCO “Un paese che non ha memoria non ha futuro” è uno di quegli aforismi che han ripetuto tanti autorevoli personaggi. In Italia, accozzaglia geografica composta da masnade di parassiti, la memoria è un optional. Sentire quell’inetto ed ignorante di Matteo Salvini celebrare l’ottuagenario Paolo Savona, che fu ministro di Carlo Azeglio Ciampi…

di MATTEO CORSINI Il punto numero 8 del contratto tra M5S e Lega è dedicato a debito pubblico e deficit. Ecco l’inizio: “L’azione del Governo sarà mirata a un programma di riduzione del debito pubblico non già per mezzo di interventi basati su tasse e austerità – politiche che si sono rivelate errate ad ottenere…

di GIANFRANCESCO RUGGERI Nulla di nuovo in i-taglia, va in scena il solito rebelot governativo: trattative tira e molla, sconosciuti che si presentano come possibili premier e nel giro di 2 ore vengono smentiti, bozze di contratto che chissà come finiscono sui giornali, bozze superate, bozze evidenziate, ma intanto crolla la borsa, chi vota sulla…

CI SONO I CREDULONI, I PLATONICI ED I LIBERTARI

di MATTEO CORSINI All’indomani dei risultati elettorali, dai quali sono risultati premiati M5S e Lega, oggi intenti a fare un governo, molti commentatori, dentro e fuori ai partiti sconfitti, soprattutto se “de sinistra”, hanno sostanzialmente affermato che gli italiani hanno votato con la pancia, essendo dei creduloni che si sono lasciati ammaliare da promesse irrealizzabili.…

di MATTEO CORSINI Supponete di essere un marziano appena arrivato sul pianeta Terra e di essere approdati proprio in Italia, che dall’alto dei cieli vi incuriosiva per la sua forma a stivale. Supponete che il primo contatto con la realtà del pianeta avvenga sentendo queste parole pronunciate da Stefano Fassina, deputato di LeU e già…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi