di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI Sin da bambino, quando frequentavo le elementari, i maestri continuavano a ripeterci: siate concisi! Ora, sembra che sia diventato di moda essere il più prolissi possibile usando parole ed elocuzioni spesso a sproposito, forse per confondere le acque nella speranza di non esser pescati con le mani nella marmellata. Questa…

di FRANCO POSSENTI Un paio di settimane fa, avete letto la notizia che Bossi & sons, insieme all’ex-cassiere leghista Belsito, sono stati condannati a due anni e passa per appropriazione indebita. Erano i tempi dell’indipendentismo d’accatto, nel quale i Salvini, i Maroni e gli Zaia erano fedeli servi del padre padrone leghista. Ora, mentre l’attuale…

di CHARLIE PAPINI Come ha scritto Joseph T. Salerno, ” il populismo non è un’ideologia di destra, ma una strategia che può essere utilizzata da qualsiasi gruppo ideologico la cui agenda politica differisca radicalmente da quella della classe dominante”. Ciononostante, quando si pronuncia il termine populismo, la stampa di regime ha già deciso che si…

CAMBIARE LA LAMPADINA DI UN PIANEROTTOLO È REATO!

di MATTEO CORSINI Che le cose non possano far altro che andare male in Italia lo dimostrano alcune notizie secondarie, che sfuggono all’attenzione dei più, ma che, a mio parere, fanno capire quanto siamo messi male non meno dei dati di finanza pubblica. Scorrendo le pagine del Sole 24Ore di qualche giorno fa mi sono…

di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI L’Italia del miracolo economico (anni ’50) ha allarmato PCI e sindacati. Troppo benessere per gli industriali (i quali seguitavano a ingrandire le aziende) e troppo benessere per i lavoratori (che con gli straordinari pagati in nero si sono costruiti le case). Dove sarebbe finita la rivoluzione verso il “sol dell’avvenire”? …

di MATTEO CORSINI Mentre l’attenzione dei mezzi di informazione è per lo più concentrata su immigrazione e salvataggi bancari a spese dei pagatori di tasse, sta per essere (re)introdotto (non senza ampio esercizio di lobbismo da parte dei beneficiari) l’equo compenso per i professionisti iscritti agli Albi. Marina Calderone, presidente del Comitato unico delle professioni…

di LEONARDO FACCO Mark Twain diceva che “una bugia fa in tempo a viaggiare per mezzo mondo mentre la verità si sta ancora mettendo le scarpe”. L’ultima delle bugie l’ha profferita Fabrizio Cecchetti, vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia e leghista. Eccola: “L’autonomia genererà nel breve periodo un aumento della ricchezza in Lombardia di oltre…

di GIANFRANCESCO RUGGERI L’Eco di Bergamo ci racconta di un’atmosfera d’altri tempi che si respirava l’altro ieri in piazza vecchia a Bèrghem, con il ballo dei 58 cadetti che a breve diventeranno sottotenenti: ullallà!!! Valzer, giravolte, divise, mostrine, folto pubblico, autorità ai tavoli lungo la piazza, cameramen, riflettori, stendardi, insomma tutto l’ambaradan tipico di queste…

di ARTURO DOILO Altro che “le tasse sono una cosa bellissima”, semmai sono “armi di distruzioni di massa” e di famiglie, almeno ufficialmente. Vediamo di capirci bene. Il mattone, in Italia, s’è trasformato da risparmio in incubo. Col passare degli anni, le tasse sono aumentate di ben oltre il 100% e l’ennesima “patrimoniale” è sempre…

di MATTEO CORSINI Più leggo interviste a Luigi Di Maio, più mi convinco che il ministro dell’Economia ideale in un governo M5S sarebbe Paul Krugman. Il quale, probabilmente, non accetterebbe l’incarico, perché si tratta di un movimento comunque fuori dal mainstream. Un po’ come è successo in Francia, quando Marine Le Pen ha fatto sue…

di MATTEO CORSINI In materie economiche il sovranista Matteo Salvini è consigliato da persone che ritengono che l’Italia abbia accumulato debito pubblico per colpa del “divorzio” tra la Banca d’Italia e il Tesoro, avvenuto nel 1981. Prima di allora la Banca d’Italia monetizzava di fatto quella parte di debito pubblico non assorbita dal mercato, il…

di FRANCO CAGLIANI La nascita del governo Gentiloni, fece sorgere una domanda a più di una persona, questa: quanto manca agli attuali parlamentari per maturare il diritto alla loro pensione? Una domanda lecita in tempi di discussione della legge elettorale. Come al solito, trovare una risposta chiara è sempre difficile, visto che tra le pieghe…

di MATTEO CORSINI Da qualche tempo la “presidenta” della Camera, Laura Boldrini, lamenta la scarsa attenzione di Facebook alle pagine contenenti violenza verbale e offese. Pare non avere neppure preso troppo bene il fatto che, nonostante abbia scritto al fondatore in persona, Mark Zuckerberg, costui l’abbia, in buona sostanza, bellamente ignorata. Probabilmente Boldrini si aspetta…

di MATTEO CORSINI Di tanto in tanto torna a fare cronaca l’idea di rivedere la disciplina in materia di sostanze stupefacenti. Generalmente si crea confusione tra legalizzazione e liberalizzazione. La prima sarebbe probabilmente destinata a non migliorare le cose, e forse le peggiorerebbe. Meglio sarebbe la seconda, se fosse realmente tale, ossia se lo Stato…

di MATTEO CORSINI “Il Partito Socialista è morto”. Questo ha sentenziato l’attuale primo ministro francese, Manuel Valls, all’indomani della vittoria di Macron alle elezioni presidenziali, con l’atteggiamento tipico di chi cerca subito di salire sul carro del vincitore. Effettivamente il Partito Socialista in Francia sembra piuttosto malconcio, a giudicare dai risultati delle recenti elezioni. Il…

di MATTEO CORSINI Sentire Luigi Di Maio, vice presidente della Camera e probabile futuro candidato alla presidenza del Consiglio del M5S, parlare di finanza pubblica, fa rivalutare i suoi colleghi che si occupano di scie chimiche. A suo dire, “L’Europa deve cambiare prima di tutto permettendoci, come Paese, di fare investimenti e cambiare i vincoli…

di MATTEO CORSINI Una delle costanti dell’offerta politica italiana, soprattutto a sinistra, è il tassa e spendi (anche se sarebbe più corretto premettere lo “spendi” al “tassa”). La convinzione è che il deficit sia lo strumento per far crescere l’economia, ma dato che ci sono vincoli esterni all’espansione del deficit, allora il suo contenimento non…

di MATTEO CORSINI Comunque vadano le cose, entro i prossimi dodici mesi si saranno tenute le elezioni politiche. Anche di recente ho sostenuto che quando uno considera l’offerta politica italiana deludente può sempre trovare di peggio guardando al di là delle Alpi, in direzione della Francia. Sarà forse per non perdere la competizione con i…

di FIORENZO PIEROBON Lombardia e Veneto han deciso che il 22 ottobre prossimo (data simbolica per i veneti, il riferimento è al plebiscito truffa del 1866) si dovrebbe tenere un referendum sull’autonomia delle due regioni. Vediamo di scoprire nel dettaglio le caratteristiche di questo referendum, il cui quesito è il seguente: “Volete voi che la…

di MATTEO CORSINI Che i parlamentari italiani siano abituati a dare i numeri quando parlano di questioni economiche non dovrebbe essere una novità per nessuno, ma a volte mi pare evidente che si facciano prendere un po’ troppo la mano. Per esempio, prendiamo le seguenti affermazioni di Roberto Speranza, che dovrebbe rappresentare la “speranza” dei…

di FRANCO CAGLIANI Non c’è come l’avvicinarsi delle elezioni per scatenare i politici in un’orgia di promesse. In questo i leghisti sono dei maestri, forti degli insegnamenti di Umberto Bossi. In Regione Lombardia governa uno dei migliori allievi del “capo” e dato che la prossima tornata elettorale per la guida della Regione si terrà nel…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi