di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI E gli sbarchi continuano! Sono un povero ignorante e come tale avrei un mini diritto anche io: che gli scienziati che governano mi spiegassero alcune cose rimaste per me incomprensibili. 1- Perchè uno Stato mette in piedi un esercito? Vediamo le opzioni possibili: a) Per aggredire gli Stati stranieri? Forse,…

di CLAUDIO BERTOLAZZI Nel Belpaese tanti, e forse troppi, si dichiarano sempre più di frequente “liberali” o “libertari”tout-court (un giorno spero che qualcuno mi spieghi la differenza…). Certo, abbiamo letto i maestri del liberalismo e ne abbiamo assorbito almeno i passi più importanti; magari sappiamo cos’è la scuola austriaca (ma quale liberale oserebbe affermare di…

di ENZO TRENTIN Sulla questione abbiamo proseguito la nostra conversazione con il giornalista Roberto S. (vedi qui). Ne è scaturito un dialogo immaginifico ed evocativo che senza voler assolutamente spronare la suscettibilità dei lettori, è reso intenzionalmente pittoresco al fine di pungolarne l’attenzione. È bene anche premettere che nella letteratura scientifica psico-sociale con il termine…

di GIANFRANCESCO RUGGERI La morale di questi giorni è molto semplice: l’unica differenza tra l’i-taglia e la Grecia è che la prima ha una Padania che la mantiene, la seconda, purtroppo per lei, no. Sembra un’ovvietà, eppure questo concetto non deve essere così chiaro nelle menti di molti, né mancano coloro che cercano di usurpare…

di FIORENZO PIEROBON Ha del paradossale leggere valangate di dichiarazioni a sostegno del referendum greco da parte di una miriade di indipendentisti, ma in particolare di quelli veneti. Aldilà delle banalità e della demagogia, la Grecia è un paese di parassiti, che ha vissuto alle spalle degli altri, come forse neppure la Calabria e la…

di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI A seguito delle vicende della Grecia, culminate con il referendum, ma non ancora terminate, abbiamo letto e sentito valanghe di chiacchiere che hanno spaziato nell’intero campo dell’opinabile. Ritengo indispensabile, a questo punto, sintetizzare la situazione, passata e futura, in modo da contribuire all’opera di evitare ulteriori vani discorsi e meraviglie.…

di ENZO TRENTIN Napoleone Bonaparte fu un indiscutibile genio militare; ma a parte questo aspetto, nei territori che furono della Serenissima Repubblica di Venezia egli è considerato «L’infame», perché con la menzogna e l’inganno fece cadere la millenaria repubblica, depredandone i tesori materiali e artistici, ed imponendo la leva militare. Migliaia furono i giovani soldati…

di ENZO TRENTIN La Corte Costituzionale, in nome del popolo italiano, (Tsz!) con Sentenza N. 118/2015: «…dichiara inammissibile l’intervento della associazione «Indipendenza veneta» nel giudizio promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri con il ricorso indicato.» Ovverosia, tutti quei politici che hanno cavalcato il tema di un referendum consultivo per verificare se i Veneti desiderassero…

di ROMANO BRACALINI Secondo le previsioni nel 2023, fra appena otto anni, la Terra sarà popolata da 9 miliardi di esseri umani, con un profondo squilibrio di crescita tra paesi industriali e aree sottosviluppate corrispondenti a circa tre quarti del globo. E anche all’interno del mondo sottosviluppato occorre fare una ulteriore distinzione. Secondo uno studio…

di GILBERTO ONETO Il primo segnale di preoccupazione lo danno i resoconti di Pontida che hanno fatto i giornali di regime: tanta gente, tanta concordia, un abbraccio fra Nord e Sud, poco folklore, una meraviglia insomma.  Se va bene a loro, qualcosa non quadra. Il pratone era pieno, c’era tanto entusiasmo e – soprattutto –…

di EMILIANO BAGGIANI* Mi ero ripromesso di non commentare più le vicende della Lega Nord perché pensavo che ormai fosse stato detto di tutto e di più e nulla potesse essere aggiunto ad una vicenda politica miserevole. Anzi è una vicenda, quella della Lega, che, almeno personalmente, fa salire abbondantemente la bile perché inevitabilmente comporterà…

di ALESSANDRO MORANDINI La conferma di Zaia governatore del Veneto, il crescente successo e la radicale trasformazione della Lega Nord, i voti per i partiti dell’indipendentismo veneto sono fatti che molte persone osservano con attenzione e speranza perché, come è già stato scritto, il Veneto resta il territorio che meglio risponde alle istanze indipendentiste. E’…

di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI Ormai il problema dell’ingresso di masse di extracomunitari è diventato di primaria grandezza e importanza. Purtroppo è trattato da chi ci governa e sfrutta esclusivamente a base di slogan, evidenziando in ogni momento una terrificante incapacità gestionale. Vero Alfano? Per rapinarci sono invece organizzatissimi come a Roma Mafia. Vediamo qualche…

di ALESSANDRO MORANDINI Gli indipendentismi padani sembrano non riuscire più, come in passato, ad impensierire, intimorire il loro naturale nemico: lo stato italiano. Eppure se pensiamo a quaranta o cinquanta anni fa, possiamo capire che anche per gli indipendentismi padani il tempo non è passato invano. Giustamente attribuiamo alla comunicazione televisiva un peso importante; e…

di ENZO TRENTIN Molti parlano di indipendenza, ma in Veneto, grazie all’elezione di un singolo Consigliere regionale, c’è chi vorrebbe ancora proporre l’indizione di un referendum consultivo che non solo la Corte costituzionale con tutta probabilità censurerà, ma anche laddove venisse indetto a nulla servirà vista la sua inefficacia deliberativa per il cosiddetto popolo sovrano.…

di ALESSANDRO MORANDINI Errori degli indipendentismi padani Non è vero che nel nord Italia il desiderio indipendentista sia poco diffuso. E non è vero che nel nord dell’Italia le persone non possiedano quel senso di identità collettiva premessa del desiderio indipendentista. Politica e cultura in Italia hanno prodotto, nel corso della storia, una pluralità di…

di ALESSANDRO MORANDINI L’emergenza di un’azione collettiva rinnovatrice: il movimento Qualsiasi azione collettiva già matura, per esempio quelle procurate dall’istituzione degli indipendentismi padani, è composta dalla combinazione di diverse motivazioni. Ma in un primo momento, nel momento movimentista, quando ancora non esiste una istituzione o quando l’azione collettiva è esterna ad essa, ad agire sono…

di LEONARDO FACCO Il risultato delle elezioni tenutesi lo scorso 31 maggio in Veneto è stato commentato da diversi collaboratori del MiglioVerde. Tra loro, il direttore ha detto che “l’Indipendentismo è ridotto a pura testimonianza“, mentre Enzo Trentin ritiene che la dozzina di leader indipendentisti in circolazione dovrebbe farsi da parte.  In tempi non sospetti,…

di ENZO TRENTIN Malgrado la grande stampa – quella sovvenzionata da leggi ad hoc – affermi che l’Italia è un paese democratico; una democrazia rappresentativa non è una vera democrazia. E laddove ci sbagliassimo, il paese è comunque malato. È sufficiente guardare alle recenti elezioni regionali in Veneto per notare come ci siano questioni che…

di ALESSANDRO MORANDINI Il bene di un popolo è la sua indipendenza Le scelte collettive dipendono, oltre che dai desideri delle persone, dai dispostivi con cui vengono prese decisioni vincolanti per tutti. Quando diciamo che il popolo ha scelto, non ci riferiamo alla manifestazione della sua coscienza, e, perciò, non possiamo riferirci alla sua capacità…

MARIO BORGHEZIO SVELA LA SVOLTA ITALIANISTA DI SALVINI

di AGENTE G Notizia dell’ultima ora: Mario Borghezio ha svelato al mondo il vero motivo che si cela dietro lo straordinario cambiamento che ha colpito Matteo Salvini, passato da secessionista radicale a nuovo faro dell’italianità.  È stato uno choc per l’intero pianeta. Secondo Borghezio, che come sapete è un noto esperto di extraterrestri oltre che…

error: Content is protected !!