MARIO BORGHEZIO SVELA LA SVOLTA ITALIANISTA DI SALVINI

di AGENTE G Notizia dell’ultima ora: Mario Borghezio ha svelato al mondo il vero motivo che si cela dietro lo straordinario cambiamento che ha colpito Matteo Salvini, passato da secessionista radicale a nuovo faro dell’italianità.  È stato uno choc per l’intero pianeta. Secondo Borghezio, che come sapete è un noto esperto di extraterrestri oltre che…

di FIORENZO PIEROBON Le urne sono chiuse, i risultati sono dati e, in Veneto, il lumicino indipendentista è comunque acceso. In termini di voti, tra “Indipendenza Veneta” e “Indipendenza noi Veneto” (in entrambe le liste erano candidati dei genuini indipendentisti), sono stati raccolti poco più di 100.000 voti (più del doppio di quanto accadde alle…

di GIANFRANCESCO RUGGERI I recenti contorcimenti in atto nello zoo della politica i-tagliana rendono ormai estremamente evidente un problema che in realtà esiste da anni e anni: l’assoluta ignoranza delle masse in fatto di federalismo, autonomismo e indipendentismo. È ovvio che anche il più tordo dei tordi si rende conto che qualcosa non va nel…

di ENZO TRENTIN Sono moltissimi anni che il desiderio dei veneti di autogovernarsi è costantemente frustrato dallo Stato italiano, e da alcuni politici veneti. Da più o meno vent’anni la scena politica veneta è alternativamente occupata da circa una dozzina di personaggi che ieri erano autonomisti e federalisti ed oggi si presentano come indipendentisti. Sembrerebbe…

di ALESSANDRO MORANDINI Le piccole organizzazioni nell’istituzione degli indipendentismi padani Le organizzazioni indipendentiste minori sono, più o meno tutte, segnate da un rapporto di cieca fiducia tra seguaci e leader. I tentativi di istituzionalizzazione hanno provocato defezioni e scissioni e dove non sono emerse nuove leadership carismatiche o dove la leadership è venuta meno, le…

di FABRIZIO DAL COL Quello che è in atto in Grecia, dopo che ha subito il trattamento e le cure della troika (ieri Varoufakis ha detto che a giugno non pagherà il debito che ha con l’FMI), è qualcosa di più di un salvataggio da un inevitabile default. Non è di certo quello che vorrebbero…

di ENZO TRENTIN Per i giapponesi il periodo della 2a guerra mondiale fu chiamato «l’esistenza cipolla»: pelare uno strato alla volta e continuare a piangere per tutto il tempo. È la storia degli italiani dalla nascita dello Stato unitario. Persone lungimiranti ed intellettualmente oneste come Gianfranco Miglio non hanno inciso significativamente nella cultura politica di…

di ENZO TRENTIN Sul mondo dei media grava l’accusa di un’informazione che non fa il proprio lavoro. E generalmente chi ha quest’idea pensa a un’informazione che dovrebbe avere un ruolo ancillare, essere una proiezione della comunicazione politico-partitica. Il trasformismo è una malattia che mina alla base la democrazia. In sostituzione dell’etica dell’informazione al pubblico viene…

di ENZO TRENTIN Per invertire la regressione incivile è necessario studiare il funzionamento della macchina amministrativa pubblica e, successivamente, entrare nel merito delle scelte rispetto ai principi dell’autentica sovranità popolare. Un popolo saggio e maturo dovrebbe essere in grado di giudicare l’operato dei politici rispetto agli obblighi istituzionali, e un popolo consapevole e visionario è…

di FABRIZIO DAL COL Gli italiani, alla luce dei danni procurati dalla politica degli ultimi quattro governi, oggi sono finiti in una depressione che adesso rischia di sfociare in rassegnazione. L’intera posizione finanziaria del Paese non è più gestibile, anzi, difendibile. Non saranno nemmeno gestibili e difendibili i politici e i partiti che verranno da…

VOTARE OGGI PER PENTIRSENE DOMANI

di ENZO TRENTIN Il titolo di questo intervento è il contenuto di un poster elettorale affisso in Gran Bretagna. Ci sentiamo in sintonia con esso considerato che siamo sempre stati permeati dal sentimento di don Chisciotte, secondo cui le uniche cause buone sono quelle perdute. Ci è sempre piaciuto il motto di Eschilo: «La giustizia…

di FABRIZIO DAL COL Renzi blatera di riforme continuamente. Lo fa in tutti i luoghi, nelle occasioni in cui dovrebbe parlare d’altro, e perfino quando si cimenta nel suo ‘inglese personalizzato’. Ma quali sono le riforme di cui parla continuamente? Certamente non potrebbe parlare mai di quelle federaliste, essendo lui un ‘enfant prodige’ del peggiore…

L’INDIPENDENZA DEL VENETO POTREMMO GIÀ AVERLA

di ENZO TRENTIN Il miglioramento metodico dell’organizzazione sociale suppone uno studio preliminare approfondito del modo di produzione, per cercare di sapere da una parte che cosa ci si può attendere da esso, nel futuro prossimo e remoto, dal punto di vista del rendimento, dall’altra quali forme di organizzazione sociale e di cultura sono compatibili con…

di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI Continuano gli sbarchi! Anche se, di questi tempi, in misura un po’ minore. Evidentemente gli speculatori che li organizzano, Chiesa compresa, hanno ritenuto che non sia il caso di continuare imperterriti. La gente potrebbe anche svegliarsi! Infatti la gente comincia a pensare che in gioco non è la pietà verso…

di ENZO TRENTIN Esistono ambienti indipendentisti veneti che si pongono domande speculative di questo tipo: «Per un indipendentista è più vantaggioso investire risorse intellettuali, fisiche ed economiche [magari candidandosi alle regionali] per seguire le vicende italiane, dalle cui sorti egli si vuole affrancare ben sapendo che non è dall’interno che le istituzioni italiane possono essere…

di GILBERTO ONETO Sulla vicenda del “vendicatore solitario” del Tribunale di Milano è stato detto di tutto e di più. Senza entrare nel merito della vicenda e sulla gravità del fatto, senza dover ribadire ogni doverosa considerazione sull’infamia del gesto e sulle carenze della sicurezza, serve solo fare alcune rapide considerazioni “a margine” da sottoporre…

L’ESERCIZIO DELLA SOVRANITÀ POPOLARE È ANTICO

di ENZO TRENTIN La sovranità popolare, la libera volontà del popolo, è il cuore ed il principio fondante della democrazia ed ha poco a che fare con la cosiddetta democrazia rappresentativa. Solo il popolo è il giudice supremo in democrazia. Quando, viceversa, il rispetto sostanziale del mandato popolare viene manipolato o con lo stravolgimento della…

di SERGIO SALVI Putin è impegnato da tempo nella creazione di una Eurasia in fondo non troppo diversa da quella che abbiamo visto auspicata messianicamente da Dugin, il fasciocomunista cui spesso si ispira quello che molti chiamano il nuovo zar. Putin non ha, ovviamente, letto Haushofer, ma ha ereditato dall’impero zarista e dall’Unione sovietica un…

PUTIN, IL NAZIONALBOLSCEVISMO E LA DEMOCRATURA

di SERGIO SALVI Abbiamo visto, in un articolo precedente (pubblicato su MiglioVerde il 12 gennaio di quest’anno), Putin consolidarsi al vertice del potere. La sua saldatura operativa con l’estrema destra “patriottica” russa avviene durante la seconda guerra cecena (1999-2006). Putin la vince con la brutale repressione militare affidata all’esercito, combinata però con la sua raffinata…

di ENZO TRENTIN Il cancro mortale della civiltà, del benessere e della pace è l’idea di Stato che non esiste in natura, mentre esiste l’autogoverno. Ci sono gli intellettuali e ci sono gli intellettualoidi. I primi sono coloro che pensano e scrivono qualcosa di originale, e sono sempre più rari, i secondi sono «la loro…

di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI L’ideologia marxista impesta l’Italia ormai da diversi decenni e campa essenzialmente su due categorie di persone: – I poveri Cristi, (unici rispettabili) i quali sono costretti dalla loro miserevole condizione di vita a tentare un’altra via, non perché credano in questa astrusa filosofia, ma  perché sperano che possa in qualche…

error: Content is protected !!