IL POPOLO E I NOSTRI DESIDERI DI INDIPENDENZA

di ALESSANDRO MORANDINI Quando pensiamo ai popoli padani, li desideriamo più o meno monoliticamente orientati all’indipendenza dallo stato italiano. Desideriamo che il nostro popolo sia come siamo noi, indefessi sostenitori della causa indipendentista. Per giudicare se il popolo è o non come noi lo desideriamo, ci affidiamo ad informazioni quali: sondaggi, esiti elettorali, partecipazione alle…

MOVIMENTI E ISTITUZIONI DEGLI INDIPENDENTISMI PADANI

di ALESSANDRO MORANDINI L’indipendenza tra movimentisti ed istituzionalisti Negli anni 90 la Lega Nord è stata, prima che un partito, l’esito di un grande movimento per l’indipendenza dei popoli, il più grande d’Europa. Oggi la Lega Nord e molte altre organizzazioni indipendentiste si sono istituzionalizzate; le critiche che alcuni indipendentisti avanzano verso la Lega Nord…

di GIUSEPPE ISIDORO VIO Le elezioni regionali venete e il referendum online per l’elezione del Governo Provvisorio Veneto (indetto dal movimento indipendenza.eu) offrono l’occasione per alcune riflessioni sul tema dell’indipendenza dei veneti. Votare per il Governo Provvisorio Veneto, online o nei gazebi predisposti nelle piazze delle città venete, è sicuramente utile alla causa indipendentista e…

I PADANI CE LA METTONO TUTTA PER FARSI DOMINARE

di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI Si usa, sempre più a sproposito, la parola razzismo (non so se per atteggiamento o per vera e propria scarsità culturale). Comunque da qualche anno il vero significato della parola è stato alterato per motivi bassamente politici. A dire il vero, il reale razzismo è applicato in misura surrettizia in…

di GIANFRANCESCO RUGGERI TOSI DECADUTO DALLA LEGA Un’ora dopo la pubblicazione di questo articolo – rileviamo solo una coincidenza temporale – il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini ha dichiarato che ogni mediazione è stata inutile e che “prende atto della decadenza di Tosi da segretario nazionale della Liga Veneta e da militante del…

di GIANLUCA MARCHI Addì martedì 11 marzo 2015: mentre leggete queste note Flavio Tosi doveva essere già stato buttato fuori dalla Lega dopo 25 anni di militanza. Non avendo lui rinunciato alla tessera della sua Fondazione (Ricostruiamo il Paese), alla mezzanotte scorsa avrebbe dovuto scattare il provvedimento deciso una settimana fa dal Consiglio federale e…

di ALESSANDRO MORANDINI Sviscerare alcuni importanti meccanismi psicologici non è un esercizio inutile. E’ vero che quelli elencati non sono che una minima parte di quelli possibili; è vero che un’analisi approfondita chiama in causa la psicologia, la neuro-psicologia, la neurologia e via riducendo il livello d’analisi. Ma se l’obiettivo è la spiegazione di un…

di MATTEO CORSINI “Il modello della Pubblica Amministrazione per i cittadini è l’i-Phone: una schermata con un unico codice e tante applicazioni. Arriveremo a pagare le tasse con un sms”. Sono dodici mesi, ormai, che Renzi racconta agli italiani che quando verrà approvata la riforma impostata dal ministro Madia (è a lei che viene attribuita,…

di ENZO TRENTIN Quella che segue è solamente un’indagine giornalistica che vuole stimolare la riflessione degli spiriti indipendentisti più autentici, e nulla ha da dire agli “Zio Tom” o ai collaborazionisti già ampiamente descritti in questo giornale. È necessario prendere atto che i principali riferimenti per l’indipendentismo – qui indicati senza una precisa gerarchia –…

di LEONARDO FACCO «La Procura di Treviso ha aperto un fascicolo per “atti relativi” dopo l’episodio di “ribellione” contro la criminalità di alcuni cittadini di Oderzo che l’altra sera hanno esploso alcuni colpi di fucile in aria per far fuggire dei presunti malviventi. I residenti avevano usato dei fucili da caccia, dopo essere stati avvisati…

di ALESSANDRO MORANDINI L’attrezzatura che la riflessione sociologica, nel corso degli ultimi decenni, ha procurato agli studiosi che affrontano i problemi di interazione tra individui,  non consente di avanzare previsioni certe o probabilistiche. L’analisi sociologica può essere di aiuto nella ricerca dei meccanismi a grana fine che riguardano i fatti sociali. Più che prevedere  il…

IL FENOMENO SOCIALE DEGLI INDIPENDENTISTI PADANI (1)

di ALESSANDRO MORANDINI Non di rado, ed anche recentemente in un interessante articolo di Giovanni Polli, si accusa il complesso mondo degli indipendentismi padani di scarsa “elaborazione di pensiero”. In realtà non mancano approfondimenti nella ricerca storica, nell’analisi delle idee politiche che hanno attraversato ed attraversano l’Europa in relazione alle istanze di libertà dei popoli,…

di GIANFRANCESCO RUGGERI Che l’I-taglia sia il paese delle tasse è arcinoto, né ci dovremmo stupire della fantasia del legislatore che ha pensato di tassare tutto il tassabile e oltre, condizione che si può sintetizzare con un vecchio e colorito modo di dire purtroppo sempre attuale: “oh governo ti ringrazio se per pisciar non pago…

di VALENTINA CAVINATO Lo stato è buono, si preoccupa per noi e non sa più che leggi sfornare. Ma in Francia la fantasia governativa è molto fervida, non ha limiti. Infatti, entro l’8 marzo, tutte le abitazioni dovranno essere dotate di almeno un rilevatore di fumo. I galli sono praticamente obbligati ad installare sui soffitti…

di GIOVANNI BIRINDELLI In un discorso in cui dimostrava di non sapere cos’è il denaro e in cui, come ogni bravo socialista, predicava il «bene comune», Papa Bergoglio ha invitato i datori di lavoro a pagare «più giusti salari». Ora, dai pochi sostenitori della libertà e dell’unico sistema economico con essa compatibile (il capitalismo) è…

di MAURO GARGAGLIONE «La rinuncia, da parte della Svizzera, del segreto bancario (…) è l’ultimo dei paradossi della storica degenerazione dei fini. Non si tratta, evidentemente – ci mancherebbe! -, di rimpiangere l’Antico regime, né, tanto meno, di fare l’elogio dell’evasione fiscale come manifestazione del diritto di proprietà.» Così scrive Piero Ostellino (su il Giornale…

di ENZO TRENTIN «Dopo La calata dei Goti, dei Visigoti, dei Vandali, degli Unni e dei Cimbri, la più rovinosa per l’Italia fu la calata dei Timbri,» scrisse Ennio Flaiano. E spiegò che «erano costoro barbari di ceppo incerto, alcuni dicono autoctoni, dall’aspetto dimesso e famelico, che ispiravano più pietà che terrore.» Usciva pazzo, a…

di GIANFRANCESCO RUGGERI Nonostante Roma sia nel mio immaginario, e credo anche nel vostro, la nostra arci-nemica non posso che condannare quanto accaduto, non posso che prendere le distanze, in particolare dai danni ai monumenti, e lo faccio non per populismo o per bontà d’animo, me lo impone quel senso civico che dovrebbe essere una…

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO* Vorrei fare un personalissimo commento ad un fatto di attualità. Ieri abbiamo visto i tifosi del ‪Feyenoord‬ in azione nel centro di ‪Roma, e dappertutto si è fatto a gara per stracciarsi le vesti e gridare alla “Lesa Maestà della città eterna” . Perfino il Salvini della Lega Nord si è indignato…

di MAURO GARGAGLIONE L’imprenditoria di rapina non è imprenditoria, è rapina. E’ come dire che fregare la gente è la faccia brutta del capitalismo. Neanche per idea, le ricchezze enormi accumulate dai manager finanziari in ragione dell’azzardo morale protetto dalle leggi degli Stati oppure dai dirigenti delle municipalizzate, con clienti obbligati a pagare prezzi decisi…

QUANDO UNA COMUNITÀ È GUASTA VA CAMBIATA

di ENZO TRENTIN Un emigrato veneto in Svizzera nella seconda metà dell”800 ha scritto: «La cosa più importante che ho imparato […] è che, per rigenerare un Paese, non bisogna fidarsi di una sola classe. C’è il pericolo di essere tagliati fuori, di finire come esuli anche nel proprio Paese…» Queste parole ci sono saltate…

error: Content is protected !!