Articoli esclusivi per i nostri abbonati

L’ULTIMA FOLLIA DELLO STATO: UN ASSEGNO PER MANTENERE I CONIUGI SEPARATI

di GIACOMO PETRELLA La legge di Stabilità 2016 del governo Renzi ha posto in vigore una norma passata sotto silenzio, soprattutto per le scarse risorse individuate: circa un milione di euro per il biennio 2016/2017. Tuttavia la norma sugli assegni di mantenimento voluta dal Pd, lascia intravedere la spaventosa dimensione di irresponsabilità e la capacità…

DAL CAPODANNO CON LA “RADETZKY MARCH” A QUELLO CON GIGI D’ALESSIO

de il POLENTONE Ieri, mi ha scritto il mio amico Gino, nostalgico del tempo che fu. Queste le sue parole: “Caro Polentone, da 155 anni abbiamo rinunciato a questo mondo di eleganza e raffinatezza, dove tutto funzionava e dove noi padani eravamo rispettati”.  E ancora, citando il Bracalini: “Anche quest’anno ho seguito il Concerto di…

OCCORRE PENSARE ANCHE AL DOPO INDIPENDENZA

di ENZO TRENTIN Grosso modo a partire dall’inizio degli anni 1990 (avvio di Tangentopoli) la politica s’è completamente disgiunta dalla morale e dall’etica. Oggi si fa un gran parlare di contenimento della corruzione, di rilancio dell’economia, di riforme che esse dovrebbero favorire. Ciò che si riscontra è l’accrescere dei privilegi della “Casta” politico-burocratica. La svendita…

TOPONOMASTICA, GLI ITALO-BERGAMASCHI CHE ODIANO LA PROPRIA “MADERLÈNGUA”

di GIANFRANCESCO RUGGERI L’odio per le nostre maderlèngue o, se la pensate come Sergio Salvi, per la nostra maderlèngua padana non sembra fermarsi davanti a nulla e a nessuno e in questi giorni ne ho avuta più di una triste conferma. Poco prima di Natale è mancato un caro amico indipendentista, Luigi Maffeis, un altro…

UNA SOCIETÀ SENZA STATO INCENTIVEREBBE LA COOPERAZIONE SOCIALE

di ANDREA PESCHINI “Una mazza chiodata aumenta il potere contrattuale”. Se non fosse il titolo di un articolo di “Lercio” probabilmente avrei pensato che qualcuno avesse tradotto in parole povere il nostro famigerato Statuto dei Lavoratori. Eh si, perché senza un sindacato forte ed affidabile l’unica soluzione è chiedere allo Stato di intervenire negli accordi…

L’INQUINAMENTO DI CUI PARLANO È FIGLIO DI SCELTE ENERGETICHE PAZZE

di GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI Da che mondo è mondo gli imbecilli hanno diritto alla vita, come tutti gli altri cittadini. Ma non il diritto a comandare. In Italia hanno invece acquisito tale diritto in modo quasi esclusivo. E i risultati si vedono! Si evidenziano in particolare d fronte al realizzarsi di fenomeni prevedibili, e…

INDIPENDENZA CATALANA, CUP NON APPOGGIA MAS. SI RISCHIA DI TORNARE A VOTARE

di MARIETTO CERNEAZ Non resta molto tempo agli indipendentisti catalani per formare un governo, tra meno di 15 giorni – se non si arriverà a nominare il presidente della Generalitat – la Catalogna si vedrà costretta a ritornare al voto. A Barcellona, sulla carta, dopo il voto dello scorso settembre, esiste una maggioranza indipendentista… ma…

BASCHI E CATALANI CONTRARIATI DAL DISCORSO DEL RE DI SPAGNA

di MARIETTO CERNEAZ Ad una settimana dal voto spagnolo, con Madrid che vede Rajoy annaspare nel tentativo di formare un governo, continua ad essere Barcellona il centro del dibattito politico. Il leader di Podemos (secondo la stampa internazionale, vincitore morale delle elezioni) s’è detto disponibile a formare un governo coi socialisti, solo se questi ultimi …

LA NEGAZIONE DEL NAZISMO RAPPRESENTA LA LEGITTIMAZIONE DELLO STATALISMO

di PAOLO L. BERNARDINI Passeggiando ad Amburgo, nei suoi quartieri ricchi e eleganti, sembra di percorrere, a chi abbia una ancorché limitata conoscenza della storia della città, lunghi viali che altro non sono che profonde cicatrici. Ma cicatrici rimarginate con cura, dai chirurghi estetici milionari, quali quelli che popolano le rive dei laghi dell’Alster, che…

SERBI ARRESTATI, BANJA LUKA FA LE PROVE DI SECESSIONE DALLA BOSNIA?

di MARIETTO CERNEAZ Le tensioni non sono del tutto scemate in quell’area dei Balcani, che vent’anni fa ha visto la disgregazione yugoslava. Secondo Banja Lujka, il tribunale bosniaco “ha dimostrato mancanza di fiducia nella polizia della RS e nella sua capacità di attuare un ordine del tribunale”. Il giudice di Sarajevo avrebbe potuto richiedere documenti…

RENZI, DAL VALICO TOSCANO FINO A POMPEI: I DELIRI DEL PATRIOTTICO PIAZZISTA

di GIANFRANCESCO RUGGERI Credo non vi sia sfuggita la due giorni di assoluto delirio patriottico che ha colpito il capo del governo i-tagliano, ma forse non avete avuto modo di gustarvi ben bene tutto quello che si è inventato, quindi vi ripropongo i passaggi salienti: – 23 dicembre 2015, all’inaugurazione della variante di valico: “Oggi…

ARMI & TICINO, INTRODURRE NELLE SCUOLE DELL’OBBLIGO CORSI DI TIRO

di PAOLO PAMINI* Le stragi di venerdì 13 novembre a Parigi e ultimamente in California sono solo un ultimo esempio di come la violenza omicida possa sorprendere chiunque all’improvviso. I moventi possono essere molteplici, pensiamo anche ai semplici pazzoidi di certe scuole americane. Cosa fare? La soluzione più semplice contro tali episodi è forse contro-intuitiva,…

DIECI DOMANDE PER GLI INDIPENDENTISTI VENETI

di ENZO TRENTIN A dar buona l’ipotesi di un referendum per l’indipendenza del Veneto non è detto che vincerebbero i secessionisti, infatti: Che informazione hanno fatto sinora presso l’opinione pubblica? Attraverso quale innovativo progetto istituzionale porterebbero il popolo veneto ad autodeterminarsi ed autogovernarsi? Con una nuova Costituzione o per mezzo del diritto consuetudinario, e quali?…

LO STATO UTILIZZA INDICATORI FASULLI PER MISURARE “LA QUALITÀ DELLA VITA”

di GIOVANNI BIRINDELLI Il Sole 24 Ore ha pubblicato la sua ventiseiesima classifica annuale in cui viene fatta la graduatoria delle diverse province italiane in relazione alla “qualità della vita”. Questa classifica prende in considerazione determinati “indicatori di benessere”. Ora, alcuni di questi hanno senso in quanto non sono arbitrari. Pensiamo alla voce “rapine per…

OMINICCHI ITALIANI, UN GIORNO SON TOSIANI E L’ALTRO SON LEGHISTI

de IL POLENTONE Quando dettagli che razza di materiale umano bazzica, o ha bazzicato, nell’orbita Leghista, vien da ridere a pensare che il partito più italiano della storia del Nord potesse avere un qualche ideale. Ricordate le vicende Tosi e Lega? Tosi è bravissimo, dicevano un tempo. Tosi fa schifo, dissero quando gli venne preferito…

SPAGNA, INDIPENDENTISTI E AUTONOMISTI NON HANNO I NUMERI PER “GOVERNARE”

di MARIETTO CERNEAZ Delle elezioni spagnole dello scorso 20 dicembre, sappiamo che il primo partito è quello “Popular” (che ha la maggioranza assoluta in Senato), ma che non ha i numeri per governare al Congresso. Sappiamo che Podemos è il terzo partito con il 20% circa dei consensi (i media han parlato solo di questa…

INDIPENDENZA, SE SI VUOLE SCONFIGGERE LO STATO BISOGNA LOGORARLO

di MARCO MERISIO La maggior parte dei partiti indipendentisti padani che vogliano l’indipendenza della Padania, o di una sua singola parte, hanno un solo obiettivo esplicito: l’indipendenza. Il problema della maggior parte di questi partiti è che l’indipendenza è il loro unico punto esplicito. Essere tutti risolutamente solo indipendentisti, quando non logora in strenue lotte…

LUCIANO DISSEGNA, LA BESTIA NERA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

di GUGLIELMO PIOMBINI«» La storia del tributarista vicentino Luciano Dissegna è, nel nostro paese, particolarmente singolare. Per trent’anni funzionario e poi dirigente dell’Agenzia delle Entrate in diverse città del Nordest, si è dimesso nel 2009 per protesta contro i metodi arbitrari usati nei suoi uffici, che aveva cercato invano di contrastare guadagnandosi l’ostruzionismo e l’avversione…

DOPO 50 ANNI, IN BIAFRA TORNA LA VOGLIA DI SECESSIONE DALLA NIGERIA

di MARIETTO CERNEAZ Anche il Biafra, che per i cinquantenni di oggi è solo un flebile ricordo geografico, per lo più citato per l’estrema povertà che lo contraddistingueva, torna a far parlare di sé. Insomma, quello che sembrava un capitolo chiuso nella storia della Nigeria (guerra del Biafra e voglia di indipendenza), si sta, neanche…

OGGI LA SPAGNA AL VOTO. I CATALANI INDIPENDENTISTI GUARDANO A MADRID

di MARIETTO CERNEAZ Oggi, si vota in Spagna per le elezioni politiche generali. Un voto che, per alcuni aspetti, servirà a dare un giudizio in merito al mandato di Mariano Rajoy, ma che – sullo sfondo – avrà comunque un certo peso e rilievo anche relativamente al processo indipendentista catalano. Non a caso, ad esempio, …

LEOPOLDA, QUEL “PARTITO DELLA NAZIONE” DI UNA NAZIONE MAI ESISTITA

di GIORGIO GARBOLINO BOOT L’argomento più dibattuto alla riunione dei simpatizzanti indetta da Renzi alla Leopolda nei giorni scorsi è stato il “Partito della Nazione”, l’ipotesi cioè di trasformare il PD in un partito che attragga anche l’elettorato non di sinistra, in passato orientato verso il partito alternativo maggiore, quello di Berlusconi, oggi più debole…

error: Content is protected !!