ECCO IL 12° SEGNALE DELLA RIPRESA: 1.500 EURO IN MENO PER FARE LA SPESA

carrello-della-spesa-vuotodi LUIGI CORTINOVIS

La domanda che andrebbe fatta a Renzi è la seguente: “Ma se le famiglie si sono arricchite, come lei sostiene, come mai hanno deciso di spendere meno rispetto agli passati?”.

Eh già, perché il calo è di 1.500 euro l’anno: questo l’effetto della crisi sulla spesa degli italiani. Tra il 2008 e il 2013 si è registrata una diminuzione di oltre 1.500 euro della spesa media annuale delle famiglie. Sono questi i dati che arrivano da un’elaborazione fatta dall’Unione nazionale dei consumatori sui dati Istat. Prendendo ad esempio una famiglia tipo con due genitori e due figli piccoli, la diminuzione della spesa arriva quasi a tremila euro l’anno (2.988).

In generale i consumi di una famiglia media sono passati dai 29.816 euro del 2008 ai 28.308 euro del 2013, con un calo del 5,05%. Per quanto riguarda invece le coppie con due figli, la riduzione è stata ancora maggiore, ben il 7,93%.

Ma cosa volete, il “Nostro di Firenze” mica va a fare la spesa al discount. Lui è come Berlusconi, che vedeva ristoranti pieni ovunque.

Rubriche TITALIC: la Ripresa c'è!