giovedì, Luglio 25, 2024
22.9 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

ESG: Esperimento Socialista Globale

Da leggere

di MATTEO CORSINI

Sono sempre più convinto che ESG non dovrebbe essere l’acronimo di Enviromental, Social, Governance, ma si Esperimento Socialista Globale. E il vecchio continente gioca un ruolo primario, come nella nascita del socialismo originario. Oltre a fissare una transizione calata dall’alto a ritmi irrealistici, l’Unione europea sta producendo una quantità di norme che mettono a dura prova anche i più entusiasti sostenitori tanto delle istituzioni, quanto dell’Agenda 2030.
Aziende anche di medie dimensioni dovranno far fronte a costi significativi per cercare di adeguarsi, anche solo per quanto riguarda la reportistica periodica da produrre. O aumenteranno il costo del lavoro per via della necessità di assumere specialisti della materia, oppure quello delle consulenze.
Il tutto per produrre informazioni il più delle volte lette solo da chi le scrive e, forse, qualche burocrate addetto ai controlli. Tutte persone che, in un contesto di libero mercato, dovrebbero con ogni probabilità guadagnarsi il pane facendo altro.
In una recente Comunicazione, la Commissione europea si sofferma, tra le altre cose, sulle “norme minime per una condotta di impresa responsabile“. Se si dichiara di allinearsi alla “tassonomia” della sostenibilità, occorre correggere sistematicamente “i pertinenti effetti negativi, effettivi e potenziali, connessi alle proprie operazioni, alle proprie catene di valore e alle proprie relazioni commerciali.
Il che, in sintesi, obbliga l’impresa che voglia dirsi sostenibile a farsi controllore anche di quello che fanno fornitori e clienti. Il tutto seguendo prescrizioni minuziose, molto spesso stratificazioni di prescrizioni precedenti solo di qualche mese.
Tutto questo rischia di mettere in secondo piano la autentica funzione imprenditoriale di cercare di anticipare le esigenze dei consumatori fornendo loro beni o servizi a condizioni da costoro ritenute migliori rispetto a quelle dei concorrenti.
L’importante è segnalare correttamente le proprie virtù ESG. Costi quel che costi, in tutti i termini.

Correlati

1 COMMENT

  1. Da piccolo imprenditore approvo quel che sostiene e che avverto sulle mie spalle. I soloni pare si siano accorti che in Italia non si facciano figli ed i giovani migliori, quelli che hanno studiato, non che hanno un titolo di studio, ché non è la stessa cosa, e soprattutto quelli più accorti, se ne vadano senza ritorno. Rimangono quelli con il solo titolo di studio che trovano da fare i burocrati nella p.a. o i consulenti di burocrazia per le imprese. Ci si preoccupa per il presente senza speranze nel futuro, l’Italia sta morendo “e nisciuno se ne importa”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti