IL COLLASSO SOCIALISTA DI SANDERS, L’ASCESA DEL BIG GOVERNMENT DI BIDEN

di DAVID BOAZ I fallimenti del socialismo sono stati raccontati in molti luoghi, dal Socialismo di Ludwig von Mises nel 1922 a Socialismo: L’idea fallita che non muore mai di Kristian Niemietz proprio l’anno scorso. Forse il fallimento più contemporaneo, al di fuori delle continue tragedie della Corea del Nord e di Cuba, è il triste esempio del “socialismo del XXI secolo” di Hugo Chavez in Venezuela, che si è rivelato fin troppo simile al socialismo del XX secolo. Ma in questo momento potremmo assistere ad un altro fallimento ancora del socialismo: l’improvviso crollo della campagna presidenziale del sedicente socialista Bernie Sanders. Appena due settimane fa si è scatenato il panico in piena regola verso Sanders. Dopo la sua quasi sconfitta con Hillary Clinton nel 2016, Sanders sembrava essere su una buona strada, e si stava dirigendo verso un risultato importante nel 2020. Dopo il successo in Iowa, New Hampshire e Nevada, il senatore è balzato in testa ai sondaggi nazionali. I candidati democratici “moderati”…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo