IL MITO DEL NEOLIBERALISMO: DA WALTER LIPPMAN A EINAUDI

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di ENRIQUE GHERSI LA CONFERENZA DI WALTER LIPPMAN Louis Baudin racconta che nell’agosto del 1938 un gruppo di importanti pensatori liberali si riunì a Parigi su iniziativa di Walter Lippman. Erano tempi di acque tempestose in cui l’Europa era sull’orlo della seconda guerra mondiale e in gran parte del vecchio continente si viveva una situazione di grave minaccia e di effettiva violazione della libertà. Lo scopo del colloquio era quello di analizzare lo stato della difesa della libertà e le tattiche e le strategie che dovevano essere portate avanti in tempi così difficili. Baudin stesso dice che la discussione fu molto aspra, avendo sentito voci che rifiutavano il termine liberalismo per il suo presunto discredito agli occhi dell’opinione pubblica predominante, così come la necessità di sottolineare che i difensori della libertà in quel momento non approvavano quelli che erano considerati gli errori fatali del vecchio ordine europeo. Baudin afferma che fu in quella discussione che il termine “neoliberale” fu coniato per la prima volta, e…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche ControPotere