IL MITO DELLA PIANIFICAZIONE CENTRALE: FUNZIONA, BASTA UN FOGLIO EXCEL!

di NICOLÀS CACHANOSKY L’ex ministro dell’economia argentino Axel Kicillof, è diventato famoso per la sua affermazione che ora è possibile gestire centralmente l’economia perché abbiamo fogli di calcolo come Microsoft Excel. Questa affermazione deriva dall’erronea visione che il costo di produzione determina i prezzi finali, e rivela una profonda incomprensione del processo di mercato. Questo problema, tuttavia, non è nuovo. Nella prima metà del XX° secolo, si è dibattuto del calcolo economico nel socialismo. A quanto pare, i funzionari argentini hanno molto da imparare da questo vecchio dibattito. Il problema non è se abbiamo o meno potenti fogli di calcolo a nostra disposizione; il problema è l’impossibilità di creare con successo un mercato pianificato centralmente. Alla fine del secolo scorso, Ludwig von Mises, Max Weber, e Boris Brutzkus offrirono critiche indipendenti sullo Stato socialista, inteso come una società in cui non ci sono mezzi di produzione a capitale privato. Mises fu semplice e diretto. A differenza di famiglie o piccole tribù, in cui vi è intima…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere