INDIPENDENZA FRIULI, IL REFERENDUM DIGITALE FRACASSA. SOLO 6000 VOTANTI

plebiscitofriulanodi FRANCO CAGLIANI

Il referendum digitale in Friuli, stando ai dati riportati dalla stampa locale, è un fracasso. Un “flop” lo hanno definito. Scrive il Messaggero Veneto: “Speravano di raggiungere 30 mila voti, invece, a soli quattro giorni dalla chiusura delle urne digitali per il referendum indipendentista, per ora si sono fermati a quota 6.189. Un risultato che delude, un vero e proprio flop ma non per gli organizzatori”.

Adriano Biason, uno dei promotori, la pensa diversamente e dichiara: “Va detto che il nostro interesse principale non era focalizzato sui numeri. A noi importa di più iniziare a coinvolgere la gente e questo obiettivo l’abbiamo raggiunto visto che ora oltre 1.100 persone sono iscritte alle associazioni indipendentiste Republiche dal Friul e Parlament Furlan, risultato che ci fa essere molto contenti”. Per gli indipendentisti friulani, insomma, il sondaggio online è un punto d’inizio, che ha permesso di portare all’attenzione la questione indipendentista del Friuli e ha creato interesse da parte di molti. 

I seggi elettronici sono rimasti aperti per un mese (mancano solo 4 giorni alla chiusura definitiva). I dati ufficiali verranno comunque forniti giovedì prossimo. Con la speranza che la serietà degli organizzatori non finisca per imitare la farsa dei numeri e delle certificazioni che abbiamo già visto col plebiscito digitale veneto.

Print Friendly, PDF & Email
Rubriche CronacheVere