L’ECONOMIST SI SCHIERA CONTRO L’INDIPENDENZA DELLA SCOZIA

scoziadi REDAZIONE

L’Economist dedica la copertina al referendum sull’indipendenza in programma in Scozia fra poco più di due mesi e fa il suo “endorsement”, la sua dichiarazione di voto, in un editoriale, schierandosi contro la secessione dal Regno Unito: “Saremmo tutti più poveri senza la Scozia, sia a Londra che a Edimburgo”, afferma l’autorevole settimanale britannico. “Don’t leave us this way”, non lasciateci a questo modo, è il titolo di copertina.

Salmond, primo ministro scozzese, diversamente ha sostenuto, in una lunga intervista di qualche tempo fa, che dall’indipendenza ci guadagneranno tutti e, sicuramente, miglioreranno i rapporti con gli inglesi.

Intanto, la campagna elettorale continua ed i sondaggi, tra i più diversi, danno tendenzialmente la vittoria ai no, anche se il margine fra favorevoli e contrari alla secessione scozzese si restringe. Non è più dunque tanto remota la possibilità di un testa a testa fino alla data del referendum, che si terrà – come stabilito – il prossimo 18 settembre.

 

Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo