NESSUNO DEVE ESSERE OBBLIGATO A TESTIMONIARE CONTRO ALTRI

di MURRAY N. ROTHBARD I libertari sono sicuramente a favore della libertà di espressione, cioè del diritto di parlare senza essere ostacolati dallo Stato. Ma il diritto di parola implica il diritto di non parlare, il diritto di rimanere in silenzio. Tuttavia, i libertari hanno stranamente taciuto sui molti casi di imposizione dell’obbligo di parlare. L’esempio più lampante di un discorso obbligatorio si ha in tutte le aule di giustizia della nostra terra: l’obbligo di testimoniare. Ora, sicuramente, ogni persona è il proprietario assoluto del proprio corpo; come proprietario del proprio corpo, solo l’individuo dovrebbe decidere se parlare o meno in una data situazione, e non dovrebbe essere costretto a parlare o meno. Eppure, in ogni tribunale, i testimoni vengono trascinati con la forza (il potere della citazione) e costretti a testimoniare a favore o contro gli altri. Il quinto emendamento, come tutti sappiamo, vieta allo Stato di obbligare una persona a testimoniare contro se stessa. Ma perché un criminale accusato dovrebbe avere un diritto…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere