sabato, Agosto 13, 2022
18.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Per riavvicinare alfano, berlusconi lo paragona ad aldo serena

Da leggere

alfano_berlusconidi MATTEO CORSINI

“Alfano mi richiama alla mente Aldo Serena, un buon giocatore, di grande mestiere che ha cambiato tutte le squadre possibili (Milan, Inter, Juve, Torino)”. Alla richiesta di fare un parallelo tra alcuni esponenti politici e calciatori, Silvio Berlusconi ha risposto accostando Angelino Alfano ad Aldo Serena.

Sarà pure una battuta, ma non credo che Aldo Serena la trovi di suo gradimento (e posso capirlo: al posto suo querelerei Berlusconi per diffamazione).

In primo luogo va ricordato che ogni volta che Serena ha cambiato squadra lo ha fatto stipulando dei contratti, senza violare il contratto con la squadra precedente. In sostanza, Serena non è andato a giocare all’Inter mentre aveva un contratto in essere con il Milan o altre squadre. Indubbiamente la Costituzione non prevede il vincolo di mandato per i parlamentari, ma il fatto è che Alfano è in Parlamento grazie ai voti di elettori berlusconiani, i quali, peraltro, con la legge elettorale allora in vigore non hanno neppure potuto scegliere se eleggere o meno lo stesso Alfano. I cui consensi nell’elettorato non so se gli avrebbero consentito di andare in Parlamento. E non credo sia un caso che Alfano sia stato finora tra i più ardenti sostenitori della necessità di evitare elezioni anticipate, salvo cambiare idea dopo la vittoria del NO al referendum sulla riforma costituzionale, probabilmente sperando che la legge proporzionale per l’elezione dei senatori, che evidentemente spera non sia modificata, gli consenta di mantenere uno scranno a palazzo Madama.

Secondariamente, anche se il mio è un parere del tutto soggettivo, mi pare che Serena come calciatore sia stato di gran lunga meglio di Alfano come politico (e lo dico senza conflitti di interessi, tifando per una squadra in cui Serena non ha mai giocato).

Insomma, credo che se Alfano fosse un giocatore non troverebbe posto neppure nei Milan dell’ultimo periodo berlusconiano, che non sono proprio quelli che hanno fatto la gloria del club.

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti