SCUOLA AUSTRIACA, PERCHÈ NON PIACE ALLA CASTA POLITICA?

di ALEX NOBLE La Scuola Austriaca di Economia è poco considerata dai nostri leader e banchieri, ovvero dalle persone che hanno ripetutamente fatto esplodere le nostre economie. Ma perché non gli piace? Beh, non ci sono soldi in ballo, ed è difficile convincere un uomo a capire qualcosa quando il suo stipendio dipende dalla sua non comprensione (Upton Sinclair). Vedete, la Scuola Austriaca dice che la spesa pubblica non può aiutarci una volta che siamo nei guai. Infatti, si dice che la spesa pubblica oltre un certo livello peggiora le cose e ogni centesimo che lo Stato prende al contribuente è un centesimo sprecato, che il contribuente non può più utilizzare per rilanciare l’economia stessa. Viceversa, John Maynard Keynes ha detto che la spesa pubblica può aiutarci una volta che abbiamo un’eccedenza da usare. La sua “grande idea” era che se il governo ci tassasse tutti un po’ più pesantemente di quanto fosse strettamente necessario nei periodi favorevoli e costruisse un’eccedenza, ci impedirebbe di sprecare…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Denari