VENEZUELA: ECCO COME LA DEMOCRAZIA PARTORISCE UN REGIME

di LEONARDO FACCO Il regime venezuelano è figlio della democrazia, il più maturo dei frutti che la malapianta democratica ha generato nel XXI secolo. Il Venezuela – per dirla con le parole del suo “profeta” contemporaneo – è figlio di “Una rivoluzione democratica”. Scriveva Hugo Rafael Chávez Frías in un pamphlettino ciclostilato, nell’ottobre del 1996: «Siamo in piena transizione. Forze scatenate la impulsano, il più delle volte senza controllo. Questa transizione è iniziata sul finire degli Anni Settanta, quando la situazione A (capitalismo di Stato) cominciò a dare segni di stanchezza. La sfida oggi è quella di impulsare questa transizione verso una situazione B desiderata, pre-concepita. Per impulsarla si possono imboccare diverse strade. Si tratta, insomma, di illuminare quelle possibili strade. E orientare la transizione verso quella strada o quelle strade che offrano una migliore viabilità». In quel libriccino di 48 pagine, in pratica il suo programma in vista delle elezioni presidenziali del 1998, si potevano intellegere tutte le mosse che il caudillo avrebbe adottato…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo