lunedì, Agosto 8, 2022
22 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Ecco il 40° segnale della ripresa: ennesimo record del debito pubblico

Da leggere

DEBITOdi LUIGI CORTINOVIS

Solo se pagate più tasse ed evadete di meno lo Stato sarà in grado di abbassare il debito pubblico. E giù risate… perché le tasse non hanno ancora smesso di aumentare, esattamente come il debito pubblico, giusto per ri-dimostrare per l’ennesima volta che più date i vostri denari al governo e più questo spenderà per mantenere parassiti e clientele.

La riprova? Eccola, fresca di Ansa proprio oggi: “Nuovo record del debito pubblico italiano ad aprile. Secondo quanto si ricava dalle tabelle della Banca d’Italia è salito a 2.230,845 miliardi contro i 2.228,7 miliardi di marzo. L’incremento del debito è stato inferiore al fabbisogno del mese (7,8 miliardi), grazie alla riduzione di 5,2 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro (a fine aprile pari a 64,7 miliardi; 83,1 miliardi nello stesso periodo del 2015) e all’effetto complessivo dell’emissione di titoli sopra la pari, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del cambio dell’euro (0,5 miliardi), spiega Bankitalia. Con riferimento ai sottosettori, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 1,7 miliardi, quello delle Amministrazioni locali è aumentato di 0,4 miliardi; il debito degli Enti di previdenza è rimasto sostanzialmente invariato.

Sale la quota del debito pubblico italiano in mano agli stranieri a marzo. Secondo quanto si ricava dalle tabelle della Banca d’Italia ammonta a 776 miliardi di euro di cui 730 miliardi in titoli di Stato sul totale di 2228 miliardi del debito pubblico di marzo. In percentuale sul totale passa così dal 33,6 di febbraio al 34,8%.

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti