CRISI ECONOMICA, SE NE DISCUTE A CESENA INSIEME A GERARDO COCO

di REDAZIONE Dall’inizio della crisi, iniziata nel 2008 e tuttora in corso, l’Italia e in generale l’intero mondo occidentale vivono in un clima di incertezza e instabilità permanente. Non c’è stata alcuna ripresa economica e all’orizzonte non se ne intravvede nessuna. Le politiche economiche e monetarie per rilanciare le economie non solo si sono rivelate…

CRISI ECONOMICHE E PROSPERITÀ: CONFERENZA CON GERARDO COCO A BOLOGNA

di REDAZIONE “Come anticipare le crisi economiche e prosperare. Strategie di crescita personali e imprenditoriali”. E’ il titolo di una conferenza che terrà Gerardo Coco, sabato 5 febbraio a Bologna, collaboratore del MiglioVerde, economista indipendente, laureato all’Università Bocconi di Milano. Ha lavorato per diverse multinazionali in posizioni di responsabilità e ha costituito, negli Stati Uniti,…

CARO COCO, SUI BITCOIN SBAGLI ANCOR DI PIÙ DI QUEL CHE PENSAVO

di GIOVANNI BIRINDELLI In questo articolo replico alla risposta[1] di Gerardo Coco al mio articolo[2] in cui, a mia volta, commentavo la sua critica[3] alle criptomonete. Dal punto di vista dei contenuti, questa mia ultima risposta non aggiunge quasi nulla al mio articolo precedente: il suo unico scopo è dimostrare che la replica di Coco…

EMMANUEL MACRON ED IL “BIG BANG” DELL’EURO

di GERARDO COCO Il populismo, in parole povere, è la ribellione dell’uomo comune contro il potere e quello che oggi i media designano con questo termine è l’avversione per il potere europeo (LEGGI QUI). La retorica attuale lo rappresenta anche, con disprezzo, come sovranismo, posizione politica che reclama la sovranità nazionale, ma tale sovranismo è…

SQUILIBRI E DEFICIT COMMERCIALI? CREATURE DELLE POLITICHE MONETARIE

di GERARDO COCO Il commercio internazionale rischia di diventare qualcosa di patologico e i deficit commerciali una paranoia soprattutto dopo che Donald Trump ha minacciato revival protezionistici influenzato da quella diffusa convinzione che i deficit commerciali (l’eccesso di importazioni su esportazioni) sono sfavorevoli mentre i surplus sono la conditio sine qua non per prosperare. Convinzione…

ASSISTENZIALISMO E BUROCRAZIA; L’IMBROGLIO DEGLI STATI UNITI D’EUROPA

di GERARDO COCO Alla fine della seconda guerra mondiale, con il trattato di Parigi del 1951 i due storici antagonisti, Francia e Germania promossero la comunità del carbone e dell’acciaio, la Ceca, a cui poi aderirono l’Italia e i paesi del Benelux. L’idea di sfruttare l’interesse comune per la produzione di due materie prime essenziali…

L’EURO NON È IRREVOCABILE, È SEMPLICEMENTE IRREPARABILE!

di GERARDO COCO Le catastrofi non sono eventi ma processi. Si sviluppano nel corso di giorni, anni, decenni. Pensiamo a un terremoto. Placche tettoniche collidono e scorrono lentamente l’una sull’altra accumulando nel tempo forze geologiche immani. Nessuno si accorge della catastrofe in corso sino al momento in cui un evento, il terremoto appunto, le rilascia…

ECCO IL PIANO PER ELIMINARE I RISPARMI E LA LIBERTÀ

di GERARDO COCO Tutte le forme storiche di schiavitù non hanno mai fatto mistero della loro natura coercitiva. La modernità, invece, riesce a mascherarla attraverso la propaganda di provvedimenti repressivi spacciati per misure rassicuranti, di crescita e di progresso. Le élites economiche internazionali hanno capito che si può progettare la schiavitù finanziaria su larga scala…

LA GRANDE SFIDA DI TRUMP NON VERRÀ VINTA COL PROTEZIONISMO

di GERARDO COCO Meno male che il 45° presidente americano si chiama Donald Trump. Un presidente non allevato come i predecessori in un partito, è uno che nella vita ha lavorato, sa come funzionano le cose e, proprio perché non proviene dalla politica, non deve ricambiare favori a nessuno. E’ per questo motivo che l’establishment…

2017, VERSO IL GAME OVER PER L’ITALIA… E NON SOLO

di GERARDO COCO Il nuovo anno è iniziato con il rialzo nella borsa italiana dei titoli bancari, tutti trascinati dall’euforia per l’esordio del Banco Bpm, diventato terzo gruppo italiano, nato dalla fusione del Banco Popolare e Banca Popolare di Milano e da quella per il salvataggio in atto del Monte dei Paschi di Siena. Non…

SMITH: LE BANCHE CONFISCHERANNO I VOSTRI RISPARMI

di FRANCO CAGLIANI Brandon Smith, lo conoscono in pochi. E’ il chief strategist e fondatore del progetto Alternative Market (Alt-Market.com), ma soprattutto è uno dei pochi che ci ha azzeccato sul voto per la Brexit e, soprattutto, sull’elezione del presidente americano Donald Trump. Questi segnali, secondo Smith, sono nient’altro che segnali di ribellione contro le…

ECCO LA NUOVA FRONTIERA DEI GOVERNI: UN “LAGER DIGITALE”!

di GERARDO COCO Cosa succede in un paese quando il governo, senza preavviso, ritira dalla circolazione banconote che rappresentano l’80% del valore del circolante? Il caos, ovviamente, tanto più grave se nel paese prevale un’economia informale dove il credito nelle aree rurali è erogato in contanti a milioni di agricoltori. Eppure questo atto terroristico è…

NEL LAGER FISCALE GRECO È STATA PROPOSTA LA “TASSA SUI BANCOMAT”

di LEONARDO FACCO Scusate se insisto, ma quando c’è di mezzo la mia (e vostra spero) libertà non smetterò mai di urlare “al ladro al ladro”! Durante le tante presentazioni del mio libro “Elogio del Contante”, ho sempre ricordato ai presenti in sala che la Grecia – oggi praticamente dimenticata dai media – è una…

DOLLARO E TASSI D’INTERESSE: STIAMO USCENDO DALL’OCCHIO DEL CICLONE?

di GERARDO COCO Il tema è: come si stanno muovendo i mercati dopo le elezioni americane? Innanzi tutto è da rilevare che dopo la vittoria di Donald Trump i mercati hanno riprezzato valute e attività finanziare. Vediamo dunque in che direzione e con quali implicazioni. Dollaro Forte Ricordiamo che la valuta statunitense è ancora l’ossigeno…

TRUMP: NIENTE SOLDI PER IL “GLOBAL WARMING”! E I “NAZI-COM” S’INCAZZANO

di LEONARDO FACCO Gerardo Coco, a mio parere, ha perfettamente ragione quando ci dice che Donald Trump ha vinto contro l’intero establishment di potere, che non riguarda solo l’infetto mondo finanziario (di cui Soros è un protagonista), ma anche altre importanti lobby parassitiche che vivono di denari estorti ai contribuenti. Non a caso, tra chi…

TRUMP HA VINTO CONTRO TUTTO IL SISTEMA. MA NON VUOL DIRE CAMBIAMENTO

di GERARDO COCO Le ultime elezioni americane passeranno alla storia per due motivi: il feroce attacco sferrato dal potere oligarchico statunitense a un candidato e la vittoria dello stesso candidato senza l’appoggio del suo partito. Nel passato era indifferente se chi vinceva le elezioni appartenesse al partito repubblicano o democratico perché il potere riusciva a…

DEBITO SENZA FRONTIERE, PATRIMONI USURPATI E DECLINO ECONOMICO

di GERARDO COCO Secondo le ultime stime del Fondo Monetario Internazionale il debito globale del settore non finanziario ha raggiunto 156 trilioni di dollari, il doppio dell’economia mondiale. Includendo il debito finanziario si supera la cifra impressionante di 230 trilioni, più del triplo del Pil mondiale. La maggior parte di questo debito è improduttivo perché…

E ORA LA DEUTSCHE BANK È A RISCHIO NAZIONALIZZAZIONE

di GERARDO COCO Qualche giorno fa, Angela Merkel si è affrettata a dire che il governo non salverà la Deutsche bank. E allora chi la dovrebbe salvare? Dall’interno gli azionisti, i creditori e i depositanti? Evidentemente la cancelliera tedesca, come tutti i politici quando affrontano problemi finanziari, non sanno di cosa parlano. L’undicesima banca del…

LA STRADA DEL COLLETTIVISMO È LASTRICATA DI BANCHE CENTRALI

di GERARDO COCO Da dieci anni a questa parte le principali banche centrali hanno instaurato un aggressivo regime di espansione monetaria senza eguali nella storia spacciandolo per stimolo economico. Tale regime è stato caratterizzato, in una prima fase, dall’acquisto di bond governativi e dalla soppressione dei tassi di interesse. Gli extra trilioni di unità monetarie…

KEYNES, DIMENTICARLO DOPO 80 ANNI SENZA PASSARE PER L’APOCALISSE

di GERARDO COCO Ottanta anni fa, nel 1936, veniva pubblicata la Teoria Generale dell’occupazione, interesse e moneta dell’economista di Cambridge, John Maynard Keynes (1883–1946), una delle opere di economia più influenti che siano mai state scritte. Un giornalista americano la definì il Das Kapital del 20°secolo. Keynes conquistò il mondo politico e accademico occidentale come…

BREVE STORIA DI UN DISASTRO MONETARIO MONDIALE

di GERARDO COCO Nel 1971, durante l’estate di quarantacinque anni fa, il presidente americano Richard Nixon dichiarava l’inconvertibilità del dollaro in oro mandando all’aria, unilateralmente, gli accordi stipulati nel dopoguerra a Bretton Woods per regolare il funzionamento del sistema monetario internazionale. Un fatto storico eccezionale in quanto veniva reciso il legame con la moneta aurea…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi