BITCOIN, L’ARMA DI AUTODIFESA INDIVIDUALE CHE MANCAVA DA TEMPO

di WENDY MCELROY Bitcoin e la blockchain hanno dato inizio a una “rivoluzione delle aspettative crescenti”, senza spargimenti di sangue e peer-to-peer che cambierà per sempre il mondo. “Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un nuovo modello che renda obsoleta la realtà esistente”, spiegava R. Buckminster Fuller La rivoluzione del 2009 è passata inosservata per la maggior parte delle persone perché è stata pacifica, ordinata e profondamente tecnologica. Nel 2009, Satoshi Nakamoto ha rilasciato un software open source con cui lo scambio peer-to-peer di ricchezze digitali, chiamate bitcoins, veniva segnato su un registro immutabile e trasparente, chiamato blockchain. Un nuovo modello ha sfidato la realtà esistente e pacificamente l’ha resa obsoleta. Anziché rovesciare un governo solo per vederne sorgere un altro al suo psoto, il nuovo modello ha reso irrilevanti tutti i governi attravero una nuova tecnologia e una moneta privata divere da ogni cosa vista prima I bitcoins si muovono agilmente attraverso il mondo ignorando Stati e confini, obbedendo…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere