sabato, Agosto 13, 2022
24.4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Calcio, al via la “coppa america” dei popoli precolombiani

Da leggere

calcioisolaPasquadi FRANCO CAGLIANI

Col calcio si può veicolare un messaggio indipendentista. Lo han fatto, poco più di una settimana fa, i catalani e i baschi, che han fatto scendere i campioni in campo per un’amichevole, finita 1-1. (VEDI QUI). Oppure, prendendo a calci una palla, si può inventare una Coppa America un po’ diversa da quella che conosciamo, in cui giocano argentini, brasiliani, uruguayani ecc. ecc.

In Cile, tra la fine di aprile e l’inizio di maggio, i popoli precolombiani organizzeranno la loro prima “Coppa America”, ovvero la Coppa dei popoli che abitavano il continente prima della colonizzazione spagnola e portoghese. Tre le sedi deputate ad ospitare l’evento: Santiago, Arica e Temuco. Sempre tre le teste di serie della manifestazione: Cile, Argentina e Brasile. 

Come scrive il Corriere dello Sport, “l’organizzatore è Elias Figueroa, classe 1946, storico capitano della Nazionale cilena, tre Mondiali alle spalle, tra i migliori calciatori del continente: è lui che ha ottenuto l’appoggio dei vari Governi, i soldi per l’organizzazione, la copertura Tv di Fox Sports e Espn, mentre Discovery Channel ne ricaverà un documentario”.  Ci sarà anche una rappresentativa degli Indiani d’America e dei discendenti degli indigeni del Messico). Tra i testimonial dell’evento potrebbero esserci personaggi famosi del calcio, come  Valderrama, Gamarra, Cubillas, Latorre, Cafu e Raì.  Il Cile attende la presenza di Jean Beausejour, attualmente in Nazionale, mancino del Colo Colo, molto fiero e impegnato a difendere le sue origini mapuche.

Scrive ancora il Corriere: “Un torneo è già stato ospitato all’Isola di Pasqua: “Iorana”, il saluto del capitano cileno nell’idioma rapa nui, la lingua dell’Isola di Pasqua, “napaykullayki”, rispose il collega peruviano, in linguaggio quechua. Figueroa, calciatore cileno ha spiegato: “Il nostro compito principale sarà di recapitare un messaggio di unità nel nome di coloro che sono stati i nostri antenati”.

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti