CORONAVIRUS, IL COLLASSO DEL SISTEMA SANITARIO PUBBLICO CANADESE

di PETER ST. ONGE In un editoriale della scorsa settimana, il Los Angeles Times ha dichiarato che, secondo la visione mainstream, il COVID-19 dimostra che Bernie Sanders aveva ragione su “Medicare per tutti”, perché con una copertura sanitaria universale, lo Stato non dovrebbe inviare fondi d’emergenza per “ospedali e programmi sanitari statali”. Questa affermazione è completamente falsa, e lo sappiamo con sicurezza perché l’erogazione di miliardi di aiuti d’emergenza da parte del governo federale è proprio quello che sta accadendo in Canada. Il Canada sta vivendo un picco di gravi casi di COVID-19, con otto nuovi decessi per milione l’8 aprile rispetto ai nove decessi per milione dei ben più grandi Stati Uniti. Le morti totali in Canada sono state fino a 435 al giorno. La società canadese è fondamentalmente in isolamento, con le scuole e gli eventi pubblici chiusi, la polizia che multa chi organizza eventi a casa propria, e le province, compreso il Quebec, che chiudono tutte le attività non essenziali. Come gli…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo