CORONAVIRUS, UNA LEGGE PER EVITARE CHE I RESPONSABILI PAGHINO PER I LORO ERRORI

di ARTURO DOILO

Il caso italiano per quel che concerne la gestione e le implicazioni dell’epidemia da Coronavirus non ha ancora individuato un colpevole, perchè a fronte dei numeri dei morti e della situazione in cui ancora si trovano i cittadini un colpevole deve pur esserci.

Ed ecco allora spuntare un disegno di legge che prevede una forma di immunità penale per i politici, i funzionari pubblici e anche i medici in prima linea. Si tratterebbe di unno scudo che li protegga da azioni legali instaurate nei loro confronti e attualmente al Senato per la conversione in legge, con l’intento di tutelare gli operatori sanitari da denunce e richieste di risarcimento danni.

Insomma, per via legislativa si sta proponendo un correttivo al decreto legge varato dal Governo il 17 marzo che punta a “blindare” le strutture e il personale che esercita le strutture sanitarie, pubbliche e private, rendendoli immuni dalla responsabilità penale, civile, amministrativa ed erariale – salvi solo i casi di dolo conclamato – per tutta la durata dello stato di emergenza Covid-19 e dunque dal 31 gennaio scorso e fino al prossimo 31 luglio.

Qui di seguito, vi alleghiamo il fascicolo di discussione del Senato

FASCICOLO_SEDUTA_N1(DA1A62)-1.pdf

Rubriche CronacheVere