COVID, ECCO COME SI COSTRUISCE UNA NOTIZIA FALSA E TERRORISTICA

di FAUSTO DEMETRIO

Vediamo un po’ come si costruisce una notizia falsa:

– Si utilizza un ente governativo per diffondere una notizia;
– Si utilizzano i dati raccolti da un istituto rinomato;
– Si utilizza un campione non rappresentativo fino a distorcere la realtà e farla apparire completamente l’opposto;
– Si utilizzano gli organi di stampa (garantiti dall’ordine fascista dei giornalisti) per diffondere la notizia completamente falsa e comoda al governo.
Nello specifico:
– A fronte della notizia “Per 9 morti su 10 (del campione analizzato) è responsabile il Covid”, scopriamo che solo il 3,8% dei deceduti non aveva almeno una grave patologia pre-esistente e diagnosticata;
– Di questo 3,8% non possiamo sapere se ci fossero state patologie non diagnosticate e non sappiamo l’età;
– L’età media dei deceduti è superiore agli 80 anni;
– I deceduti sotto i 50 anni rappresentano l’1,1%, e solo 14 di questi non avevano patologie di rilievo;
– I deceduti sotto i 50 anni senza patologie di rilievo rappresentano lo 0,03% dei deceduti.

A fronte di tutto questo, è un dato certo che le direttive ministeriali hanno generato l’aumento dei contagi con il trasferimento dei positivi nelle RSA e aumentato il numero di morti con terapie sbagliate.

Ogni giorno scopriamo che muoiono pazienti al Pronto Soccorso, perché anziché essere curati muoiono in attesa dell’esito del tampone.

In italia non si muore di Covid, ma di “Sistema sanitario”.

Per completezza di informazione i tre screenshot con i dati vengono dal settimo report dell’Istituto Superiore di Sanità. Il primo, riguarda la fabbricazione di notizie false!

 

Rubriche ControPotere