mercoledì, Settembre 28, 2022
17.6 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Ecco l’11° segnale della ripresa: gefran, 65 licenziamenti

Da leggere

licenziamentodi LUIGI CORTINOVIS

Le buone notizie arrivano dal Nord produttivo, che fa segnare una crescita sbalorditiva, grazie ovviamente alle politiche del governo Renzi e della famiglia Boschi.

Indietro non si torna: esuberi dovevano essere, esuberi saranno. In tutto addirittura 65: di questi, 26 a Gerenzano – provincia di Varese – e 39 a Provaglio d’Iseo, dove ha sede l’azienda. Un colpo durissimo, anche se era nell’aria: da tempo è aperta la trattativa con i sindacati, tra cassa integrazione a singhiozzo e ipotesi di recupero occupazionale.

Ma il dado è tratto: l’azienda intende sopprimere alcune funzioni interne. In altre parole, la ristrutturazione: aumento di produttività (anche) con i tagli al personale. Non è stato un anno buono per la Gefran, che in tutto occupa circa 600 dipendenti, e ne coinvolge quasi un migliaio con l’indotto: al 31 dicembre 2015 i ricavi sono scesi dell’11%, toccando quota 115 milioni di euro.

L’azienda nata nel 1969, oggi lavora in tutto il mondo nel campo dell’alta tecnologie e dei micro-componenti. Sono tre le sedi operative, due nel bresciano e una in provincia di Varese. Per i 65 lavoratori intanto non c’è scampo: proprio giovedì scorso è stata avviata la procedura di mobilità. Il 16 febbraio è stata convocata una nuova assemblea di fabbrica.

Amen!

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti