martedì, Settembre 27, 2022
17.9 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Elezioni 2018, gli exit poll dicono movimento 5 stelle primo partito

Da leggere

di REDAZIONE

A noi, come sapete, importa poco delle elezioni e del risultato che scaturirà dalle urne (. L’Italia è un paese irriformabile.

Ciononostante, rimane il dovere di cronaca, ovvero la pubblicazione di qualche dato inerente la tornata elettorale che si è conclusa alle ore 23 del 4 marzo. Disagi e code in molti seggi per il tagliando anti-brogli.

M5S OLTRE IL 30%, LEGA ITALIA PRIMO PARTITO A DESTRA

Con poco tre quarti di schede scrutinate al Senato (49.086 sezioni su 61.401), il M5S è dunque la forza politica più votata, con il 31,38% dei consensi. Alle sue spalle, ma molto distanziato, c’è il Pd che si ferma al 19,62%. La coalizione di centrosinistra si attesta al 23,79%. Non contribuiscono più di tanto le liste alleate: +Europa non va oltre il 2,45%, Italia Europa Insieme è allo 0,53%, la lista Civica Popolare Lorenzin allo 0,49% e l’Svp allo 0,48%. A livello di coalizioni è il centrodestra a prevalere, con un risultato complessivo del 37,55%. Il «derby» interno è però stato vinto dalla Lega, con il 18,418%, che stacca Forza Italia (14,25%), Fratelli d’Italia (4,27%) e Noi con l’Italia Udc(1,18%). Deludente il risultato di Liberi e Uguali che con il 3,33% dovrebbe riuscire ad accedere in Parlamento ma con un numero esiguo di seggi. Al di fuori delle coalizioni principali, Potere al Popolo ottiene l’1,08%, Casapound lo 0,8%, il Popolo della famiglia lo 0,7%. Risultati, questi reali, che confermano quanto era stato anticipato da exit poll e proiezioni.

Alla Camera, dove sono state scrutinate 42.697 schede elettorali su 61.401 (poco più della metà), sono sempre i Cinque Stelle a raccogliere la percentuale di voti più alta, con il 31,66%. La coalizione di centrodestra complessivamente arriva al 37,07%, e anche in questo caso è la Lega al suo interno a prevalere, con il 18,33%, seguita da Forza Italia, che resta ferma al 13,76%, e staccata di tanto da Fratelli d’Italia (4,30%) e Noi con l’Italia (1,27%). Anche alla Camera la coalizione di centrosinistra non arriva al 25%, fermandosi al 23,64%, con i Dem al 19,30%, e gli altri partiti che non raggiungono la soglia del 3%: +Europa al 2,68%, Italia Europa Insieme che raccatta uno 0,57%, Svp-Patt lo 0,46% e la Popolare dell’ex ministra alla Salute Lorenzin uno 0,48%. Leu supera invece la soglia, ma di poco: è al 3,49%.

Tra problemi dovuti a ritardi di apertura dei seggi, schede sbagliate, brogli e voto ridicolo all’estero (dove in molti casi nemmeno sono arrivate le schede) quali sono stai i primi risultati degli exit poll (molto meno attendibili delle proiezioni)? Eccoli:

M5S 29%-32%,

PD 20,5-23,5,

FI 13-16,

LEGA 13-16,

FDI 4-6,

LEU 3-5,

+EUROPA 2,5-4,5

EXIT POLL COALIZIONE SENATO

EXIT POLL COALIZIONE CAMERA

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

  1. Non poteva che essere cosi’.
    Stando al detto che un re non si fara’ mai una legge contro la regina d’italia di nome Confusione non si e’ fatta la legge contro ed ha tenuto in vita appunto lei, la CONFUSIONE con una legge ad personam.
    Nemmeno espertissimi in voto politico erano sicuri, sapevano, di come votare con cognizione di causa.
    Dicono che ci vogliono laureati li’ a governarci, ma a fare le leggi e poi giudicarci, sara’ il caso di incaricare degli ANALFABETI e ma soprattutto degli ONESTI..?
    Bene, detto cio’ come gia’ per altro scritto il BANCO ha vinto.
    Davvero ne’, vince sempre…
    Auguri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti