domenica, Dicembre 4, 2022
8.2 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Euro, la lega protesta? va bene, purché non faccia nient’altro

Da leggere

di PONGO

Qualche giorno fa, in 6 della Lega nel Parlamento europeo a Strasburgo hanno contestato in diretta il Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, il quale, giusto per dirlo, stava chiedendo di andare oltre la politica dell’austerità intesa come unica soluzione alla forte e spaventosa  crisi della zona euro. Come sapete è stato interrotto da Salvini ed altri cinque leghisti tra cui quel simpaticone di Mario Borghezio, in evidenza con magliette, fazzoletti verdi e cartelloni, ovviamente  contro l’euro, con parole, urla e scritte “Basta  Euro!” e concetti del genere. D’altra parte non è una novità, infatti da tempo anzi da anni la Lega la pensa così ed in particolare il quasi nuovo segretario Matteo Salvini dice ripetutamente che l’Euro è un crimine contro l’umanità.

Se devo essere sincero per molte cose la penso anch’io così. Trovo giustissimo e sacrosanto  che si ridiscutano trattati e vincoli che vedono una moneta unica per tanti paesi così diversi da loro e che in Italia sta massacrando il lavoro e le imprese. Do tutte le ragioni a Salvini e mi vien da pensare, anche da perfetto ignorante come io sono in economia, che quando eravamo con la Lira, bastava una bella svalutazioncina ogni 3-4 anni e come per miracolo riprendevano le esportazioni italiane in tutto il mondo! Salvini ha spiegato il loro comportamento  per dare voce ai disoccupati, agli imprenditori e per chi lavora in estrema difficoltà. E in questo senso ha tutte le ragioni. Come  ha ragione quando dice che, grazie  all’euro, alle banche che ragionano solo in quel senso, alla Germania che è forse l’unica a trarne beneficio,  se in Spagna la disoccupazione è arrivata al 25%, se in Francia c’è la recessione, se in Grecia la disoccupazione giovanile è al 60%  e via dicendo! Incredibile e Salvini  non ha torto. Ha aggiunto che non rendersi conto che l’euro non funziona significa essere in malafede e lui anzi tutti i 6 leghisti  contestatori di Napolitano non han fatto altro che manifestare lo scontento profondo della gente. Come si può non essere d’accordo? Sarà pur vero che l’unico Paese, a parte la Germania, in cui si sta un po’ meglio e in cui l’edilizia non è ferma ( a parte un po’ di cose che si costruiscono a Milano ma solamente per  l’ Expò) è la Gran Bretagna che l’Euro non ce l’ha e non lo vuole.

Però caro Salvini e cari leghisti, con tutte le ragioni e i buoni motivi che vi posso dare e che vi do, io vi prego anzi vi prego in assoluto, vi prego in ginocchio e in più chiudendo gli occhi con la speranza più grande che ho, vi chiedo una promessa :  protestate e manifestate contro l’Euro ma, per cortesia, non fate nient’altro!!!” Perché vi chiedo di non fare altro? Perché tutte le volte che avete provato a risolvere praticamente le grande idee e gli ideali che avete e che avete avuto, siete sempre naufragati come dei poveracci. Soprattutto come degli incapaci. E’ chiaro che qualcuno tra voi  ha fatto piccole cose buone, ma purtroppo si tratta o di poche persone capaci o di progetti  a livello locale. Per il resto è sempre stato un assoluto disastro. A  partire dallo Stato della Padania, tutto sicuro compresa la data d’inizio e rivelatosi una stupenda e buffa  messa in scena, alle Cooperative Padane, un concentrato di inadempienza, di fallimento e di ignoranza. E poi il ministero nella Villa Reale a Monza?   E la banca leghista? La Credieuronord istituto bancario noto per essere la banca di riferimento della Lega Nord? E’ stato un immenso casino gestionale con condannati costretti a risarcire 3 milioni di euro, soldi anche “rubati” alla vostra gente leghista che aveva dato contributi e aperto conti. E le tasse a livello locale, anche gestite da giunte leghiste, aumentate del 30, 40, 50% rispetto a prima? Lasciamo poi perdere i vari federalismi e secessionismi,  i grandi ideali della Lega rimasti solo  per “ l’isola che non c’è”  e poi per pietà di tutti tralasciamo i meravigliosi Belsito, i Trota e i vari ladri che han fatto ciò che sappiamo  però dopo aver detto “Roma ladrona”, gli unici veri risultati concreti realizzati.

Per cui, contestate tutto quel che volete perché, vi assicuro, avete ragione, ma non provate a costruire e fare  nulla di concreto  perché, anche qui vi assicuro, non ce l’avete mai fatta e proprio non ce la fate! Limitatevi ai vostri slogan “No Euro, Roma ladrona, ce l’ho duro, ecc.”, offendete tutti i ministri che volete, urlate  parolacce e  quello che la gente vuol sentire da voi perché è giustamente  incazzata…. ma non andate oltre. Proprio non ce la fate.

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti