Fronte unico indipendentista? Le parole stanno a zero, servono solo fatti

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di GIANFRANCESCO RUGGERI Daniele Belotti, segretario provinciale della Lega a Bergamo, ha proposto su queste pagine un fronte comune indipendentista. La proposta in linea teorica è sacrosanta, ma per certi versi superflua, perché ormai le parole stanno a zero e quel che conta sono solo i fatti. Belotti e la Lega non si dovrebbero preoccupare troppo dei commenti antilega da parte di alcuni secessionisti che leggono questo giornale. Tali persone si dividono infatti in due gruppi, ci sono gli antileghisti di professione, i quali, se la Lega ottenesse domani l’indipendenza da Roma, la rifiuterebbero per principio e chiederebbero a gran voce il ritorno all’italia unita e poi ci sono gli indipendentisti delusi, spesso a ragione, dal comportamento della Lega, che potrebbero riconsiderare la loro posizione se la Lega invece di parlare, promettere o peggio cincischiare si decidesse ad agire seriamente in termini indipendentisti. Insomma i primi è comunque meglio perderli che trovarli, quanto ai secondi non serve avanzare proposte, basta agire concretamente e seriamente e…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche Gli Indipendenti Il Meglio della Settimana