I DANNI DEL WELFARE STATE SPIEGATI DAI CARTONI ANIMATI

di VITO FOSCHI* Fra i tanti programmi televisivi, i cartoni animati, eccetto alcune punte di politically correct da evitare con decisione, sono fortunatamente rimasti l’unico mondo in cui i buoni sono da esempio e dove da “grandi poteri derivano grandi responsabilità” ed alcuni, con il loro linguaggio adatto ai bambini, riescono ad esprimere anche messaggi complessi. Esempio di questi sono Zigby, una “zebra che vive felice su una isola lontana” come recita la sigla, adatto a bambini di circa due anni e Jhonny Test, che racconta di un ragazzino monello continuamente sottoposto a folli esperimenti scientifici dalle due geniali sorelle. Le due serie, in un episodio, hanno narrato una storia quasi identica, da sembrare versioni per spettatori di età diversa della stessa trama. Il protagonista Zigby o Jonnhy che sia, decide di diventare un supereroe e di accorrere in aiuto degli altri. La cosa funziona con somma soddisfazione del protagonista, ma dopo un po’ la storia prende una brutta piega e il protagonista viene chiamato…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere