PASQUA, IL PAPA IGNORA LE VIOLAZIONI DEI DIRITTI UMANI DA PARTE DELLA CINA

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di REDAZIONE Papa Francesco domenica ha proclamato la sua benedizione pasquale annuale, in cui spicca l’assenza relativa alla situazione dei musulmani uiguri nello Xinjiang, in Cina. Nella sua solenne benedizione Urbi et Orbi, il pontefice offre un tour virtuale di aree in difficoltà in tutto il mondo al fine di evidenziare conflitti e ingiustizie, anche se, come ha fatto in precedenti occasioni, ha accuratamente omesso qualsiasi riferimento a coloro che subiscono abusi dei diritti umani sotto il regime comunista cinese. Nella litania di quest’anno delle zone devastate da conflitti, violenze e disastri, il Papa ha ricordato le popolazioni di Libano, Giordania, Siria, Yemen, Iraq, Sahel, Nigeria, Tigray e la regione di Capo Delgado, Ucraina orientale e Nagorno-Karabakh, così come Gerusalemme e il conflitto israelo-palestinese. Nel caso dello Yemen, Francesco ha denunciato il “silenzio assordante e scandaloso” che ha accompagnato la sua situazione, mentre lui stesso ha contribuito al silenzio assordante e scandaloso sul destino degli uiguri. Il Papa ha anche salutato “i giovani del Myanmar…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche ControPotere