INUTILE PARLARE DI LIBERTÀ DALLE TASSE ALLA PECORA CHE VUOL ESSERE TOSATA

di ARTURO DOILO A seconda della fonte a cui si attinge la notizia, il giorno della liberazione fiscale in Italia arriva, mediamente, tra luglio ed agosto. Ora, lavorare per mantenere lo Stato per così tanto tempo, anziché per sé stessi, non può non essere considerato schiavitù, o quantomeno semi-schiavitù e causa questi risultati: «In 3 anni morte 3 milioni di Partite Iva, il 25% degli autonomi vive sotto soglia di povertà. Il 71% sono persone fisiche e negli ultimi 10 anni hanno chiuso più di 257 mila imprese attive: ” il 25,8% degli autonomi vive al di sotto della soglia di povertà calcolata dall’Istat”». I sostenitori di questo stato di cose, ci ricordano che questo sforzo viene premiati dal ricevere una serie di servizi pubblici. Come dire che lo schiavo non dovrebbe lamentarsi, visto che dal suo padrone riceve sostentamento, un letto e protezione. Eh no, la questione di principio non riguarda quel che si ottiene in cambio di un lavoro forzato, ma la servitù…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero