sabato, Settembre 24, 2022
15.1 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

La scoperta della pasta pasta fredda e dell’acqua (semi) calda: facciamo due conti!

Da leggere

di VALERIO CARCIOFI

Siccome per questa storia della pasta cotta a fuoco spento avete scomodato pure un premio Nobel, facciamo due conti. Un fornello medio sviluppa una potenza di 1.7 kW; se lo spegnete durante la cottura, che dura sui 12 minuti, risparmiate 1.7x(12/60)=0.34 kWh di energia. Ripetetelo per 365 giorni, otterrete 124 kWh di risparmio per un anno a famiglia.

Ipotizzando ora 26 milioni di famiglie che tutte, dico tutte, cuociano la pasta spegnendo il gas tutti i giorni, otterrete 3.2 miliardi di kWh. Ora, siccome grossomodo 1 kWh sono 0.06 mc di gas, risparmieremo 0.06×3.2=0.3 miliardi di mc di gas.

L’Italia consuma intorno ai 76 miliardi di mc di gas l’anno, quindi cucinando spegnendo il gas risparmieremmo 0.3/76=0.4%.

Recapitolando: fermo restando che un risparmio è sempre positivo, ci state spaccando i coglioni ovunque per un risparmio che sarà al massimo (teorico) dello 0.4%, più probabilmente dello 0.1% o meno, facendo intendere che da questo dipendono le sorti dell’italico paese e la chiusura o meno delle sue industrie, mentre È ASSOLUTAMENTE MARGINALE. Quindi inutile per contrastare la chiusura dei rubinetti da parte di Putin.

PS: per fondere una tonnellata di acciaio ci vogliono 650 kWh, hai voglia a spegnere fornelli.

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

  1. Concordo.sotto il fascismo magnificavano il caffe fatto con piante nostrane. Ora ste idiozie.non è cambiato nulla. Siamo in mano a una manica di imbecilli e delinquenti che vogliono distruggere le nostre vite.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti