LE SUPERCAZZOLE MARXISTE DI FUSARO E LE TASSE ALLE MULTINAZIONALI

di LEONARDO FACCO Diego Fusaro, alias Fuffaro, il filosofo della supercazzola marxista con scappellamento a destra del sovranismo, inanella affermazioni demenziali quotidianamente. Tra le ultime, non si può non annoverare questa: “L’evasione è un crimine solo per i piccoli bottegai, nessuno tocca le multinazionali”. Par di sentire la “Vox” di una masnada di beoti, apologeti dell’invidia in servizio permanente, che quando si parla di tasse, non sanno dire altro che “aumentiamoli a Tizio, Caio, Sempronio” – capri espiatori del loro fallimento cerebrale -, anziché chiedere che vengano abbassate a tutti. Papa Francesco, il Papa comunista che ai Fuffaro d’Italia piace tanto, in un incontro pubblico di qualche tempo fa intitolato “Economia di Comunione”, pronunciò le seguenti parole: «L’evasione e l’elusione fiscale prima di essere atti illegali sono atti che negano la legge basilare della vita: il reciproco soccorso».  A quanto pare, i Bergoglio e i Fusaro, non conoscono neppure la differenza tecnica tra evadere ed eludere, ma questa è un’inezia. Ben peggiore, invece, è la…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere