IL LIBERO COMMERCIO: JEFFERSON, TAYLOR, RANDOLPH E CALHOUN AVEVANO RAGIONE

di LLEWELLYN H. ROCKWELL JR. Il libero commercio e la decentralizzazione Organizzazioni centralizzate per la gestione del commercio non sono, evidentemente, compatibili con l’auto-determinazione, anche se costruite nel nome del libero commercio. Nel mantenere questa prospettiva, la Old Right si collocava in una grande tradizione americana: quella dei sostenitori del libero commercio provenienti dal Sud da Jefferson a Calhoun. Questa tradizione si basava su una caparbia comprensione della natura del potere e sulla devozione al federalismo e al localismo. Quando il potere viene centralizzato, argomentavano, si espande e viene usato contro le persone. Il miglior modo per limitare il potere è limitare la centralizzazione. Per esempio, è nell’interesse economico delle unità politiche più piccole mantenere le più aperte relazioni commerciali. Ma più l’unità politica cresce, come ha dimostrato Hans-Hermann Hoppe, più una politica autarchica può apparire sotto una buona luce. I sostenitori del libero commercio del Sud agganciavano la loro dottrina politica ai diritti degli Stati per come li riconosce la Costituzione, a una politica…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere