L’ONU INCARNA IL SOGNO MARXISTA DEL GOVERNO UNICO MONDIALE

di SEAN ADL TABATABAI La sorprendente confessione arriva da un documento delle Nazioni Unite (ONU) del 2015 intitolato “Transforming our world: 2030 Agenda for Sustainable Development”. Americanthinker.com riportava: “Negli anni ’60, come studente universitario informato ma ingenuo, camminavo nel campus dell’Università della Pennsylvania, USA, con il presidente del Dipartimento di Chimica, il Prof. Charles C. Price. Mi ha detto che era il presidente del Movimento Federalista Mondiale e mi ha chiesto se sapevo cosa fosse quell’organizzazione. Quando ho detto di no, ha risposto che credevano in un governo mondiale che sarebbe emerso dalle Nazioni Unite”. Ero perplesso perché non avevo mai sentito nessuno suggerire quell’idea prima. Per me, le Nazioni Unite erano un’organizzazione di beneficenza dedita a spingere la comunità mondiale verso la pace e ad avviare programmi di aiuto per i popoli poveri del mondo. Immaginavo l’ONU come una sorta di United Way (un’organizzazione senza scopo di lucro con sede negli Stati Uniti), ma su scala globale. Da cosa emergerebbe la visione del Prof. Price per un…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere